Calcio

Da attaccante a portiere, con un sogno chiamato B: Catania, eccoti Pisseri

Matteo Pisseri (24)
Matteo Pisseri (24)
25 giu 2016 - 16:00

CATANIA - Durante la conferenza stampa di presentazione del nuovo allenatore rossazzurro Pino Rigoli a Torre del Grifo, Pietro Lo Monaco lascia più di qualche dichiarazione interessante: tra le tante, l’annuncio del giovane Matteo Pisseri per difendere i pali del Calcio Catania.

Una trattativa che andava avanti da tanto, il portiere questa stagione in forza al Monopoli era stato accostato per primo alla formazione etnea, ma oggi l’inaspettata conferma: il portiere rivelazione della Lega Pro sbarca sotto il Vulcano.

In realtà, il classe ’91 nasce come attaccante e inizia a Parma la sua carriera con gli Juniores. A scoprirne la reattività e la dimestichezza fu un Ermes Fulgoni, preparatore portieri che formò un certo Gianluigi Buffon ai tempi del Parma, che lo convinse a cambiare ruolo. Pisseri é un talento interessantissimo con tanta esperienza in Lega Pro: grazie a diversi prestiti difende la porta di tante piazze e la prima, in ordine di tempo, è quella del Renate. La stagione successiva passa al Catanzaro disputando 26 partite sotto la guida di Ciccio Cozza e poi di Salvo Fulvio D’Adderio. Stagione conclusa al 10° posto.

In continua crescita, si trasferisce a Gubbio e gioca 42 partite ottenendo la salvezza. Partono i paragoni con portieri d’alto rango, ma Pisseri non si fa influenzare da queste voci e ignora l’ambiente esterno, rimanendo sempre concentrato. I suoi 188 centimetri li consacra e li mette in mostra l’anno successivo alla Juve Stabia di Pancaro prima e Salvini poi, sfiorando la promozione in Serie B da protagonista.

Dopo quella stagione, il ragazzo prodigio spera in un salto dalla Lega Pro alla Serie B e quasi ci arriva: il Parma fallisce e la Ternana acquista il suo cartellino ma, come dichiarato da lui stesso, “la società ha virato su altri obiettivi e ho capito che non potevo avere lo spazio che credevo di aver guadagnato con la Juve Stabia: per questo ho preferito la Lega Pro ancora una volta scegliendo Monopoli“.

La formazione pugliese, al debutto in terza serie, gli dà fiducia e Pisseri la ripaga ampiamente. Nel finale di stagione il parmigiano ritrova mister D’Adderio e insieme raggiungono la salvezza dopo gli spareggi playout. Il 24 enne passa alla storia dei derby tra Monopoli e Foggia: 14 novembre, allo Zaccheria, i neopromossi vincono 2-0 e il portiere biancoverde para due rigori nella stessa partita, uno a Sarno e l’altro al bomber Iemmello. Ciò che si mette in risalto di Pisseri, che si legherà al Catania con un contratto biennale, è la fisicità, la sicurezza tra i pali. Diktat coraggioso, valoroso. Ha affrontato i rossazzurri due volte in questa stagione, perdendo 2-1 all’andata e pareggiando 0-0 al Massimino facendo anche diverse parate importanti.

Le sue statistiche complessive: 134 match, 160 goal presi (media di 1.2 goal a partita), 12 gialli ed un’espulsione. Con un’altra partita ufficiale raggiungerà il traguardo dei 12.000 minuti in campo.

Felice di essere accostato al Catania, come da lui affermato, Pisseri ha sempre avuto la voglia di indossare la maglia rossazzurra per ripartire e fare sempre meglio, puntando al debutto in B: che sia la volta buona?

 

Gabriele Paratore



© RIPRODUZIONE RISERVATA