Bastone siciliano

Alì Terme, domenica 21 la “Coppa Trinacria” nella palestra comunale

12666345_10208541714769367_1629624224_n
11 feb 2016 - 16:03

ALÌ TERME - L’Associazione Sportiva Folklorica Dilettantistica “Bastone Siciliano Alfio Spina” di Roccalumera organizza per domenica 21 febbraio con inizio alle ore 9.30 la terza edizione della Coppa Trinacria, competizione di Bastone Siciliano, che avrà luogo, con ingresso libero, nella palestra comunale “Piersanti Mattarella” di Alì Terme.

L’associazione roccalumerese da due anni consecutivi si fregia del titolo di campione d’Italia ed ha primeggiato in numerosi tornei ed esibizioni internazionali potendo vantare fra le sue fila vari atleti ciascuno campione nazionale nelle varie categorie.

Le origini del Bastone Siciliano, ovvero l’arte della paranza, risalgono a tempi molto lontani (1200 A.C. circa) e nasce come arma dei poveri, ma grazie all’efficacia dei colpi, divenne ben presto l’arma principe. Coloro che praticano l’arte del bastone prendono il nome di “Bastonieri” o “Tiraturi di vastuni” (tiraturi deriva dal termine tirata ovvero combattimento). Col passare dei secoli, l’uso del bastone è andato affinandosi e, nel 1600 circa, sono nate le prime scuole clandestine con a capo un Maestro o Capo Bastone che però a causa di una mentalità troppo ristretta lo confinavano a guisa di una “pratica segreta”, riservata a pochi eletti, impedendo così l’ampliamento dell’arte stessa.

Il bastone usato nelle scuole tradizionali viene ricavato da alcuni legni particolari, quali l’ulivastro (agghiastru), l’arancio selvatico (aranciu amaru), pero selvatico (piru prainu) e la sua lunghezza è di circa 120 cm. Oggi con la scomparsa dei vecchi bastonieri e Maestri, questa antica arte autoctona, un tempo bandita dalla legge, è possibile praticarla nelle palestre, come una sana competizione sportiva. Da parecchi anni infatti si svolgono competizioni sia a livello regionale che nazionale e le associazioni dedite a questo sport sono in costante crescita, soprattutto negli ultimi anni.

Grazie al riconoscimento sportivo di questa disciplina da parte dello CSEN (Centro Sportivo Educativo Nazionale), tramite “l’Associazione Nazionale Bastone Siciliano” è stato possibile divulgare quest’arte ormai in tutte le regioni d’Italia e persino in qualche stato estero. L’Amministrazione Comunale di Alì Terme, partner organizzativo dell’evento, lieta di potere farsi parte attiva nella divulgazione di siffatta pratica sportiva, metterà in palio coppe e trofei procedendo alla consegna degli stessi per mano dell’assessore allo Sport.

Orazio Leotta

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA