Lega Pro

Akragas, trasferta da incubo: Virtus Francavilla vince facile

1486211338763
4 feb 2017 - 16:52

AGRIGENTO – Il pareggio contro il Fondi aveva fatto ben sperare ma adesso l’Akragas ci ricasca e perde 2-0 a Francavilla dopo una partita mai giocata.

Questo il 3-5-2 schierato da mister Di Napoli: Pane; Mileto, Russo, Riggio; Coppola, Sicurella, Pezzella, Rotulo, Sepe; Longo, Cochis. Gli altri nuovi acquisti, Bramati, Tardo e Klaric, partiranno dalla panchina.

Akragas che parte male e rischia di essere sotto già al secondo minuto, quando Alessandro prende per buona la respinta di un difensore akragantino su Abate e spara un destro che si è perso contro la traversa. Pane, estremo difensore dell’Akragas, è l’uomo più impegnato nei primi 20 minuti, dovendosi trovare pronto a respingere i tiri di Galdean (12′) e Triarico (17′). Al 25′ è ancora la Virtus a bussare alla porta degli ospiti con una ghiotta opportunità per Abbruzzese. Il difensore sfrutta un buon cross di Pastore ma spedisce la palla di pochissimo alta. Poi si sveglia Nzola e fa tremare la retroguardia avversaria con un’azione personale al 40′ che lo svincola da un difensore e gli permette di calciare di potenza. Tiro che però viene deviato da un difensore akragantino.

Senza gioco, idee, schiacciato a metà campo: l’Akragas non realizza una sola palla goal che impensierisca i padroni di casa ma ha pensato soltanto a difendersi, rischiando più volte di finire sotto. Il primo tempo termina sullo 0-0 ma con molti brividi e sicuramente un atteggiamento diverso con cui la squadra siciliana dovrà scendere nella ripresa.

Il cambio di registro però non sembra arrivare, almeno inizialmente: al 51′ è ancora una volta la Virtus Francavilla a cercare la rete del sorpasso. Pastore è bravo a proporsi sulla sinistra mettendo al centro un pallone spazzato dalla difesa dell’Akragas proprio su un altro giocatore biancoazzurro, Prezioso, che di prima intenzione non trova la porta di poco. Se ci provi una volta, poi la seconda e poi la terza…alla quarta fai goal. Troppo spazio concesso alla Virtus dall’Akragas che subisce la rete dell’1-0: a siglarla è Abate. Sempre dalla fascia sinistra arrivano i problemi per la squadra di Di Napoli, che si fa infilare da Abbruzzese che insiste nella sua corsa e crossa proprio sulla testa di Abate che da due passi non sbaglia e gonfia la porta difesa da Pane. Gara decisamente in salita quando siamo al minuto 54′.

Reazione ospite? No, ancora Imperiali: due occasioni d’oro sono capitate ancora una volta ad Abate e Alessandro. Il primo, al 60′, viene servito da Pastore, che nel frattempo aveva recuperato palla dopo un brutto disimpegno di Riggio, senza trovare la porta davanti a Pane, mentre il secondo è servito da un prorompente Nzola. Alessandro però spedisce clamorosamente a lato a tu per tu con l’estremo difensore siciliano. Intanto, tra il 57′ ed il 62′, entrano i nuovi acquisti dell’Akragas: Klaric al posto di Sicurella e Bramati che sostituisce Rotulo.

Francavilla che non si ferma più e vuole chiudere il discorso a quindici dalla fine: break importante di Alessandro a centrocampo che serve il nuovo entrato Ayina. Il francese calcia in porta ma la sua conclusione viene deviata quanto basta per finire sul fondo. La partita si chiude all’85′, quando i brindisini raddoppiano: Pastore, il migliore in campo, deve soltanto mettere dentro a porta vuota dopo un’azione corale ma anche fortunosa della Virtus. Inizia Ayina, che penetra in area di rigore e poi lascia palla ad Abate. Quest’ultimo si avventa sulla palla e calcia in porta: Riggio devia il tiro ed è proprio Pastore a trarne vantaggio per battere Pane per la seconda volta.

Finisce 2-0 per la Virtus Francavilla, come da pronostico iniziale: non c’è stata partita, l’Akragas non ha mostrato gioco e grinta, entrando in campo con un piglio troppo passivo ed esclusivamente difensivo, tentando soltanto di salvarsi con un pareggio. La forza degli attaccanti pugliesi, però, è stata determinante per portare a casa i tre punti.

Adesso il Francavilla vola in classifica e supera il Cosenza, che ha pareggiato a Vibo Valentia, piazzandosi al 5° posto. L’Akragas continuerà la sua lotta travagliata per la salvezza rimanendo 17esima a 21 punti, approfittando del pari a reti bianche tra Reggina e Monopoli.

Commenti

commenti

Gabriele Paratore



© RIPRODUZIONE RISERVATA