Calcio

Akragas, Di Napoli: “I ragazzi stanno bene. Mercato? La società sa cosa fare”

Di Napoli
11 gen 2017 - 19:04

AGRIGENTO – Un allenamento sotto la pioggia, condiviso anche con alcuni giovani della Berretti e degli Allievi.

Mister Di Napoli e l’Akragas riprendono le sedute d’allenamento e la squadra ha lavorato sulla tecnica e su particolari situazioni di gioco. Queste le parole del tecnico biancazzurro, rilasciate sul sito ufficiale della società akragantino: “Il richiamo della preparazione procede nel migliore dei modi. I ragazzi stanno bene anche perché hanno rispettato il programma di lavoro delle festività natalizie. Ho ritrovato un gruppo motivatissimo e desideroso di ricominciare a battagliare per raggiungere la salvezza”.

Bene, quindi, il rientro dalle vacanze e la preparazione in vista dell’importante impegno in campionato a Reggio Calabria per disputare lo scontro salvezza con la Reggina.

Il mercato, finora, ha “regalato” soltanto le partenze di due perni fondamentali come Marino e Salandria. Di Napoli, però, è fiducioso nei mezzi a disposizione dell’ad Tirri, del ds Catania e del presidente Alessi: “Sotto l’aspetto tecnico mi aspetto delle risposte importanti da parte di tutti loro. Sanno cosa fare per rafforzare la squadra e raggiungere l’obiettivo prefissato ad inizio di stagione, ovvero la salvezza diretta. Ci stiamo preparando al meglio per la partita del 21 gennaio sul campo della blasonata Reggina, che dispone di ottimi giocatori e che come noi naviga in acque agitate. Rispettiamo la Reggina e andremo al Granillo a giocarci le nostre chance per cercare di vincere, anche se sarà difficile”.

Di Napoli si è poi soffermato sulle cessioni di Marino e Salandria:Mi dispiace sotto l’aspetto tecnico, ma anche umano, aver perso due giocatori del calibro di Marino e Salandria. Erano importanti per noi e sono sicuro che faranno le fortune di altre squadre, ma era obiettivamente impossibile trattenerli. I tifosi possono stare tranquilli perché c’è una società che sta cercando in tutti i modi di andare avanti e di ricompattarsi”.

Commenti

commenti

Gabriele Paratore



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento