Calcio

Akragas-Melfi finisce 1-1, tante le occasioni ma nessuna conquista i 3 punti

akragas-melfi
6 nov 2016 - 16:48

AGRIGENTO - Un 1-1 che non fa contento nessuno. Sia l’Akragas sia il Melfi venivano infatti da una sconfitta ed entrambe avevano bisogno dei tre punti. Gli agrigentini erano stati sconfitti dal Matera mentre il Melfi era crollato contro il Francavilla.

A partire forte sono gli ospiti, passano 4 minuti e De Vena viene disturbato da un avversario proprio al momento del tiro, proprio sulla linea di porta. Non tarda la risposta dei biancoazzurri; al 10′ la punizione di Gomez esce di poco, lo stesso giocatore, 10 minuti dopo, impegna, e non poco, Gragnariello.

Al 20′ poi i padroni sbloccano il match, con la prima rete stagionale di Thiago Cazè, che in mischia gonfia la rete avversaria. 

Neanche il tempo di esultare ed è subito pari: al 21′dormita della difesa agrigentina che si dimentica di De Vena; l’attaccante gialloverde ringrazia e sigla il suo sesto centro stagionale.

La partita inizia a farsi veramente interessante: al 37′ Longo viene anticipato in extremis da un ottimo Gragnaniello, due minuti dopo Gomez pennella una punizione perfetta. Stavolta Gragnaniello rimane immobile a guardare la palla stamparsi sulla traversa.

L’arbitro concede solo un minuto di recupero, e anche negli ultimi 60 secondi emozioni al cardiopalmo, con occasioni da una parte e dall’altra; prima il gialloverde Defendi impatta male il pallone da ottima posizione, poi Zanini si lascia ipnotizzare da un ottimo Gragnaniello.

Inizia il secondo tempo e l’Akragas attacca ancora a spron battuto; stavolta ci prova capitan Marino, ma ancora una volta la traversa impedisce agli ospiti di portarsi in vantaggio.

Ancora occasioni per i biancoazzuri; al 65′ Coppola da due passi manca clamorosamente l’appuntamento con il goal.

Quattro minuti e arriva l’occasione per gli ospiti; Obeng però colpisce malissimo. Al 73′ De Vena, invece, pecca di egoismo e con due compagni completamente liberi preferisce mettersi in proprio, con Pane che gli nega la doppietta.

Dieci minuti di tranquillità prima dell’82′; serve infatti uno straordinario Pane a neutralizzare la botta di Foggia. Sul tapin vincente poi non arriva nessuno.

Il pareggio dell’ “Esseneto” dunque non serve a nessuno; gli ospiti rimangono ultimi, a 7 punti, mentre i padroni di casa salgono a quota 13, nella speranza di agguantare i playoff.

Omar Qasem



© RIPRODUZIONE RISERVATA