Scherma

2015: le nuove sfide del gruppo siciliano della Nazionale

Foto Paolo Pizzo ed Enrico Garozzo
13 gen 2015 - 17:32

CATANIA - Enrico Garozzo, medaglia di Bronzo di spada individuale ai Mondiali di Kazan, è pronto ad iniziare il 2015 con grande entusiasmo.

Le festività a cavallo tra il vecchio e il nuovo anno sono state preziosissime per ricaricare le batterie e per concentrarsi sulle nuove sfide che lo attendono, grazie anche all’affetto di parenti e amici della sua Acireale.

Anche durante la sosta, lo spadista siciliano si è dedicato a un preciso programma d’allenamento, approfittando della disponibilità del Comitato Regionale della Federscherma diretto dal presidente Sebastiano Manzoni, che ha concesso il Palascherma di Santa Venerina a Garozzo e ai suoi compagni di nazionale Paolo Pizzo e Marco Fichera.

Da ieri il trio siciliano ha raggiunto il Centro di Preparazione Olimpica del Coni di Formia (LT) per partecipare al primo ritiro dell’anno.

Lo schermidore etneo è seriamente intenzionato a cominciare il nuovo anno al massimo delle sue possibilità, in vista della tappa della coppa del Mondo di Heidenheim, in Germania: “Voglio sfruttare al massimo questo ritiro da tutti i punti di vista – ha detto Enrico Garozzo –, sarà importantissimo dare continuità al grande lavoro fatto a Santa Venerina con i miei compagni di nazionale. Lì ho tanti amici e, al di là della meravigliosa struttura che ci ha ospitati anche stavolta, ho avuto modo di trovare la giusta concentrazione per lavorare bene anche grazie all’affetto e all’aiuto del Presidente Manzoni e del Maestro Patti, a cui sono profondamente legato sin da bambino. A Formia mi concentrerò sia sulla qualità che sulla quantità – ha proseguito -, perché da ora in poi si farà sul serio. Tra dieci giorni torna l’appuntamento con la Coppa del Mondo e voglio farmi trovare pronto. Anche se non mi sono mai fermato del tutto, è stato importante tirare il fiato per qualche settimana e adesso sento di poter dare ancora di più per iniziare con il piglio giusto questo nuovo anno di gare, che porta anche ad un momento di straordinaria importanza come quello della fase di qualificazione olimpica”.

Altre importanti sfide attendono anche il campione italiano in carica e medaglia d’Argento europea di spada maschile, Paolo Pizzo. Lo schermidore etneo ha, infatti, sfruttato al massimo il tempo trascorso a casa per allenarsi al PalaScherma di Santa Venerina.

Assieme a lui anche i compagni di nazionale Enrico Garozzo e Marco Fichera. Una importante opportunità di confronto con i colleghi etnei. Anche per lui da ieri è cominciato il ritiro al Centro di Preparazione Olimpica del Coni di Formia.

“È il primo ritiro del 2015 e sarà fondamentale sfruttarlo al massimo - ha dichiarato Paolo Pizzo -, perché la prossima settimana saremo già in gara ad Heidenheim, in Germania, per la tappa di Coppa del Mondo individuale e a squadre. Per questo ci concentreremo soprattutto sulla parte tecnica e avremo il modo di migliorare ulteriormente la qualità della nostra scherma. Le due settimane passate in famiglia, a Catania, mi hanno dato l’opportunità di ricaricarmi totalmente e trovare nuove energie, come accade ogni volta che respiro l’aria di casa. Inoltre ho avuto la fortuna di allenarmi costantemente in una bellissima struttura come quella di Santa Venerina e per questo devo ringraziare il Presidente Sebastiano Manzoni e il suo staff, per la grande disponibilità che ci è stata offerta anche stavolta. Adesso non vedo l’ora di tornare in gara per testare la mia condizione e spero che già in quest’occasione possa arrivare un risultato importante a squadre, che ci manca da tanto tempo. Intanto però voglio dare il massimo in questo ritiro – conclude Pizzo -, perché sarà importantissimo proprio per preparare la tappa in programma tra dieci giorni e mettere basi solide per il cammino successivo”.

Commenti

commenti

Marco Bua



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Correlati

Lascia un Commento