Evento

Territorio, identità e cultura alla VII edizione del festival “Rigenera”

loc2
10 ago 2016 - 09:50

CATANIA - L’Associazione culturale La Locomotiva e Music Club Ai Pini, con il patrocinio del Presidio Partecipativo del Patto di Fiume Simeto, delBioDistretto Valle del Simeto e del Parco dell’Etna, presentano la settima edizione del festival Rigenera, ideato da Salvo Dub, che si terrà il prossimo 10 settembre a Santa Maria di Licodia.

Distintosi nel corso degli anni per l’attenzione all’ambiente, alla cultura e all’arte, quest’anno il festival punta sul cibo e sul suo legame col territorio, all’interno di una cornice che ne esalta il significato: il processo di rigenerazione della Valle del Simeto.

Il connubio tra cibo e consumo critico, quale volano di sviluppo e innovazione, è il cuore dell’evento. Si parte dalla ricca tradizione del luogo, che racconta storie sulla società e sulla cultura, fino a far rivivere le identità collettive locali, nell’ottica di una maggiore consapevolezza sociale ed economica.

Il cibo e la cultura quindi, come simbolo di partecipazione condivisa. Agri-culture! In linea con il tema e con l’imponente progetto portato avanti dalle associazioni della Valle del Simeto, è la decisione di realizzare l’evento all’interno dell’azienda agricola Fattoria Sociale l’Agorà.

Pratiche di democrazia partecipativa, tutela proattiva del territorio, rigenerazione rurale, urbana e culturale sono gli obiettivi delle associazioni vallive riunite dal Presidio Partecipativo, all’interno della più ampia cornice del Patto di Fiume, l’innovativo sistema di relazioni tra istituzioni, università e realtà sociali agenti sul territorio.

A questo si ispira la settima edizione del Rigenera, festival sempre attento a dar voce al territorio e ai legami che in esso si creano e si intrecciano. Un momento di buona musica, di cultura e di condivisione, che non dimentica la responsabilità collettiva dell’uomo verso la propria terra, la bellezza dell’aggregazione consapevole e la fondamentale azione della partecipazione attiva. Agri-culture solidali! L’impegno sociale esaltato dalla forza espressiva delle arti è il filo rosso che ha guidato la scelta degli ospiti, che si esibiranno durante il corso della giornata: Almamegretta, gruppo formatosi nel 1988, tra i più premiati della scena musicale italiana (tre Targhe Tenco) che si è avvalso di collaborazioni con artisti nazionali (Pino Daniele) e internazionali (Massive Attack);

NU (Naked Universe), – duo di San Paolo (Brasile) dalla cantautrice Ligiana Costa e dal compositore e produttore Edson Secco. Una musica che parte dall’elettronica arrivando al classico pop Toxic, passando per rivisitazioni della canzone francese del seicento;

Music For Eleven Instruments, Salvatore Sultano, compositore e produttore siciliano, che ha saputo unire magistralmente in un’immaginaria orchestra percussioni, ottoni elettronica e pop;

B.o.s. (Babil On Suite) e Scuola Popolare Sambazita, Collaborazione tra i Babil on Suite, band Catanese che propone un innovativo combo tra synth, campionature e strumenti acustici, e la Scuola Popolare Sambazita. Si tratta di un progetto ricco di sfumature, frutto di un laboratorio partecipativo di percussioni autoprodotte per la creazione di suoni afro-brasiliani;

Brex & Lapsus, Dada unser ° Omaggio al Dada, Sonia Brex (Vocals, Synthesizer, Piano-Sampler) insieme ad Andrea “Lapsus” (Visual Art) riprendono la dissacrante arte del dadaismo del secolo scorso, puntando all’anarchia della bellezza sonora conservatrice però della poetica e dell’armonia;

Ursino Buskers, artisti di strada, giocolieri, circensi, musicanti, attori, acrobati che coloreranno e con la loro allegria l’intera giornata;

Polosid – electronic disco, progetto elettronico tutto italiano, che mescola suoni a 8 bit e synth d’epoca con una pancia di suono tutta contemporanea, come se suonassero rock’n’roll dentro una partita di Super Mario. Silicio post Kraftwerk e cuore diviso a metà tra il senso del funk e la ruvidezza del punk: a partire dall’abbigliamento futurista, segmentato da linee di led e dall’atipica strumentazione che incrocia elettricità, synth e computer.

Saranno presenti con ulteriori attività e performance le seguenti realtà: Gammazita, Ursino Baskers, Rifiuti Zero, Museo ReBa.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA