Cinema

“Tacco 12″, cortometraggio comico, vince a State aKorti

3 ago 2014 - 09:06

VIAGRANDE - «Per l’originale e macabra ironia che smitizza uno fetish del mondo contemporaneo: l’infernale ballo di gruppo, qui divenuto un vero e proprio killer». Con questa motivazione, la giuria della VII edizione di State aKorti, festival del cortometraggio comico umoristico presieduta dal critico Sebastiano Gesù, ha proclamato vincitore del Premio Miglior corto «Tacco 12», di Valerio Vestoso.

Il premio Miglior colonna sonora originale è andato invece a «Un uccello molto serio» di Lorenzo Indovina.

Per il MizzicaFilm, invece, vince la sezione cortometraggio «Piccola storia di mare» di Dario Di Viesto, mentre la sezione Videoclip ha visto vincitore “He comes the kitchen” di Lorenzo Massa.

Anche questa edizione  di «State aKorti», la tre giorni dedicata al cinema indipendente diretta artisticamente dal regista Carlo Lo Giudice, chiude con applaudite premiazioni. Grande il successo per tutti i corti selezionati che hanno tenuto impegnata la giuria fino a notte fonda per decretare i vincitori.

Divertito il pubblico che ha gremito la Serra delle proiezioni e non solo per la consueta ricetta messa a punto da Dibo Eventi e Stipsy King – ma anche grazie alla performance della madrina dell’edizione 2014, l’attrice Alessandra Costanzo che si è esibita in un “monologo” – o meglio una riflessione a voce alta – di sua produzione dal titolo «La Malarucazioni».

E proprio Alessandra Costanzo, con la sua riflessione sul cinema ha anticipato la condivisione della sintesi della tavola rotonda sul cineturismo, tenutasi ne La Terra di Bò. Il meeting dedicato a «Mov(i)e in Sicily» l’ultima idea che gli organizzatori di State aKorti hanno messo in cantiere e realizzato in collaborazione con la Sicilia Film Commission.

«Mov(i)e in Sicily» è un’app innovativa (e gratuita, scaricabile a partire dal prossimo ottobre) per smartphone e tablet capace di segnalare (e fare vedere contestualmente sullo smartphone) tramite la geo-localizzazione quelle aree scelte come location cinematografiche, questo al fine di promuovere il cineturismo in Sicilia… Ma anche di promuovere la Sicilia come set cinematografico per nuove produzioni.

Il progetto «Mov(i)e in Sicily» si propone di mappare (individuandole e descrivendole) le location dei film più significativi girati in Sicilia dalla nascita del cinema a oggi. Completano le informazioni schede, interviste, documentari… In modo che il Cinema diventi un percorso sia per il cinefilo sia per il turista per scoprire la Sicilia attraverso gli occhi di chi l’ha voluta raccontare e interpretare.

Alla Tavola rotonda hanno partecipato: Pietro Di Miceli, direttore di Sicilia Film Commission che ha portato i saluti del direttore generale dell’assessorato regionale allo Sport, turismo e spettacolo, Alessandro Rais.; Nello Correale, direttore artistico del Festival del cinema di frontiera di Marzamemi e promotore del Coordinamento dei Festival di cinema siciliani – FCS, cui hanno aderito ben 30 realtà – e dell’Ats Sud Sud-Est; Tatiana Lo Iacono, direttore organizzativo del Sicilia Queer Film Fest e presidente del coordinamento; Sino Caracappa, direttore artistico Sciacca Film Fest; Gianpiero Vincenzo, docente all’Accademia di Belle Arti e coordinatore del REV-U videodesign cinecontest, Enrico Barbuto di Apricot Studio, sviluppatore dell’applicazione; I Viagrande Studios, che hanno realizzato lo spot di promozione dell’applicazione; Sebastiano Gesù, storico e critico del cinema; Franco La Magna, regista e attore; numerosi tour operator.

Durante la tavola rotonda è stato possibile valutare una serie di necessità avvertite dagli operatori del settore al fine di promuovere il cineturismo in Sicilia. Fra queste sono certamente da essere menzionate, l’esigenza di una sempre maggiore programmazione degli eventi dedicati al cinema (cosa che garantirebbe ai Tour operator di giocare d’anticipo, proponendo pacchetti specifici e/o a tema), ma anche il bisogno di “bonificare” l’esistente, costruire piccoli circuiti e avere strutture in grado di reggere questo cambiamento.

Il concorso è patrocinato da Regione Sicilia-Assessorato al Turismo, Sicilia Film Commission, Comune e Pro Loco di Viagrande, e sostenuto da Villa Itria, Wishlist, Soluzione Immediata, Farmaviva, Natour Sicily, Etna Museum, Codacons, Agriturismo Passitti e Agriturismo Blandano.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA