Musica

A San Lorenzo arriva la cantante Noa: l’8 agosto all’Arena

Noa_Gil Dor
6 ago 2016 - 18:39

MARZAMEMI - All’Arena San Lorenzo, l’area concerti dell’omonima località balneare tra Marzamemi e Vendicari, lunedì 8 agosto arriva Noa, la regina della world music israeliana, lei, la sua incomparabile voce e le sue percussioni, accompagnata dall’inseparabile chitarrista Gil Dor.

Per loro una estate particolare, questa, che celebra le “nozze” d’argento del loro sodalizio artistico.

Dal debutto di Achinoam Nini, meglio nota come Noa, nel 1991 ad oggi sono passati 25 anni che hanno celebrato la carriera internazionale di una delle voci più raffinate della scena musicale mondiale. In occasione di questo speciale anniversario e di un sodalizio artistico che ha pochi eguali, Noa e Gil Dor si sono voluti concedere pochi concerti per ricordare i loro esordi. Fu così che li abbiamo conosciuti quando si esibirono qui in Sicilia nel 1992 per la loro prima volta fuori da Israele. Ed è qui che festeggiano, nell’Isola che li ha tenuti a battesimo.

Al 1991 risale il suo debutto come cantante: Noa diviene celebre anche all’estero per i concerti dal vivo e tournée, in coppia col chitarrista Gil Dor, tanto che il primissimo disco “Achinoam Nini and Gil Dor Live” è la registrazione di quei concerti.

Il duo ha affascinato e incantato il pubblico di tutto il mondo con uno stile unico, passionale ed intelligente. Noa ha fatto dell’impegno artistico, dell’attenzione ai temi della pace e della difesa delle popolazioni che subiscono il peso della guerra, da qualunque parte stiano, uno dei caratteri più distintivi della sua attività. Il suo infaticabile e coraggioso impegno per la pace, le sono valsi una lunga lista di riconoscimenti tra cui “Ambasciatrice di buona volontà della FAO”, “Cavaliere della Repubblica Italiana” il “Christal Award” dal WWF, il “Dove of Peace” ricevuto da Shimon Peres.

L’abbiamo vista nei giorni scorsi in Polonia cantare per Papa Francesco alla chiusura della Giornata Mondiale della Gioventù, dove ha ripreso ancora una volta il suo classico dei classici, la “Beautiful that way” di Nicola Piovani che consegnò all’eternità la colonna sonora de “La vita è bella” di Roberto Benigni.

Nel 2014, dopo quattro anni di lavorazione al fianco di Gil Dor, Noa è tornata con un nuovo album intitolato “Love Medicine”, sedicesimo della sua carriera tra dischi in studio, raccolte e live, al quale hanno preso parte anche grandi jazzisti tra cui Pat Metheny, altro suo storico collaboratore nonché produttore anche del suo primo lavoro nel 1994, che per l’occasione ha composto il brano “Eternity in beauty”.

 

Rossana Nicolosi



© RIPRODUZIONE RISERVATA