Teatro

Risate al Don Bosco con “La banda degli onesti”

onesti foto.
22 dic 2015 - 16:51

CATANIA - Ladri si nasce o si diventa? Totò con “La banda degli onesti” ci insegnò che non ci si inventa criminali per caso. ma che bisogna possedere nel DNA i “caratteri tipici” per vivere nell’illegalità.

Ed è proprio sulla falsariga della trama dell’opera, scritta dal duo Age & Scarpelli, che la compagnia Liotru ha cercato di regalare al proprio pubblico divertimento e risate interpretando sul palcoscenico del teatro Don Bosco di Catania l’omonima opera teatrale, riadattata però in siciliano

Lo spettacolo curato dalla direzione artistica di Aldo Failla, con la regia di Franco Blundo e con la collaborazione di Lory Ratto e di Deborah Sorbello vede come protagonisti Franco Roccasalvo, Aldo Seminara e Salvo Russo nelle vesti, rispettivamente, del portiere Antonio Fazio, del tipografo Giuseppe Spada ed del pittore Masino Ferrara: tre squattrinati che, ossessionati dai problemi economici, provano a divenire falsari per fabbricare banconote contraffatte delle vecchie diecimila lire a seguito del casuale arrivo tra le loro mani di un cliché rubato alla Zecca dello Stato. L’occasione fa l’uomo ladro, recita un noto proverbio: ed è proprio in tale direzione che si snoda la trama della messinscena. Una fiorente, seppur illegale attività, che non manca di creare grattacapi agli improvvisati e maldestri aspiranti malfattori. Anche perchè il figlio del portiere (interpretato da Roberto De Marzi), di professione finanziere, viene proprio inviato dal suo comandante sulle tracce di una banda di spacciatori di banconote fasulle e, pertanto, le sue indagini intralciano l’operato del padre e dei suoi complici. Alla resa dei conti, però, prevale la buonafede e l’onestà dei tre amici che preferiscono tornare alla difficile ma onesta vita precedente.

Gli spettatori presenti hanno potuto apprezzare anche Santa Azzarelli, Marzia Reina, Marianna Muscari, Seby Barbagallo Mimmo Zappalà. Le scene sono ad opera di Enzo Merola, i costumi di Marianna Muscari, Teresa Isaja e Rosalba Ruggieri. Per gli appassionati il prossimo appuntamento del cartellone sarà il 20 e 21 febbraio con la commedia “Colto in flagrante”, di Derek Belfield, con la regia di Aldo Failla. 

 

 

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento