Danza

“Proyecto Tango”: lezione esclusiva per gli “innamorati” del Catania Tango Festival

AyD_Gian
13 set 2017 - 21:28

CATANIA - Il Tango è ben oltre una moda, è un modo d’essere che fa bene alla coppia e ha tantissimi effetti positivi sul fisico e sullo spirito.

Sull’onda del successo della XVII edizione del Catania Tango Festival, l’Accademia Proyecto Tango è pronta a vivere una nuova ed entusiasmante stagione tanghera che scatterà domenica 17 settembre alle 19:00 all’EMPIRE. L’emozione di muovere i primi passi del ballo più affascinate che c’è in quello che ormai è considerato da più parti, il “tempio” del tango a Catania. Questo sarà possibile domenica 17 settembre alle 19.00 all’Empire di via Zolfatai, 12, a Catania, con la lezione gratuita “primi passi di tango” organizzata dalla nota accademia tanghera Proyecto Tango.

È ben oltre una moda, è un modo d’essere che fa bene alla coppia e ha tantissimi effetti positivi sul fisico e sullo spirito. E’ il tango, protagonista di un vero e proprio boom negli ultimi anni, proclamato persino patrimonio immateriale dell’umanità dall’UNESCO. Anche a Catania il suo sviluppo è stato esponenziale  a partire dalla fine degli Anni 90, grazie all’attività dell’associazione culturale Caminito Tango e dell’Accademia Proyecto Tango  che continua  ad essere assidua e culturalmente valida ancora oggi. E poi certamente il Catania Tango Festival, di anno in anno, “produce” nuovi innamorati dell’affascinante disciplina E quella di domenica prossima è proprio l’iniziativa di ProyectoTango, l’Accademia che già da diversi anni si è affermata per la sua didattica esclusiva che permette a chi vuole ballare il tango argentino di capirlo fino in fondo e di “scendere in pista” già dopo le prime lezioni.

suite2017___

 Questo grazie alla direzione artistica di una coppia  di maestri e ballerini dalla pluriennale esperienza didattica, Angelo e Donatella Grasso (nelle foto allegate) e ad un cast di  maestri argentini fra i più importanti del panorama internazionale, da Joe Corbata e Lucila Cionci a Luis Castro e Claudia Mendoza a Walter Cardozo e Margarita Klurfan ad Adrian Veredice e Alejandra Hobert  per citare i più noti al grande pubblico. Il sensazionale incontro dell’Empire, domenica 17 settembre, (ingresso libero) sarà tenuto appunto dai Maestri dell’Accademia Angelo e Donatella Grasso che interagiranno con il pubblico presentando  nel contempo  i diversi stili che caratterizzano questa danza.

Non mancheranno, quindi, dimostrazioni pratiche e la possibilità di provare in prima persona l’emozione dei “primipassi” di tango con le musiche più coinvolgenti della tradizione tanguera. “Cinque lezioni per scendere subito in pista”, è lo slogan che la nota Accademia di tango catanese propone ai curiosi, appassionati e aspiranti tangueros. Questo grazie al metodo originale ed esclusivo dei corsi che consente appunto di ballare e divertirsi, già con una certa tecnica, dopo le primissime lezioni.

“Comunicazione, abbraccio, musicalità, costruzione coreografica - dice Angelo Grasso - sono i quattro elementi su cui i neofiti lavoreranno per iniziare a interpretare il tango nella sua essenziale semplicità. Ma questo sarà solo il primo dei momenti formativi che l’Accademia  intende  offrire nella stagione 2017-2018 per cercare di mostrare a 360° i profondi cambiamenti che, in tanti anni, hanno trasformato il tango e Buenos Aires, la città in cui è nato. L’essere tanghero è quasi una filosofia di vita che impone ai suoi ‘adepti’ valori, abitudini e modi comportamentali e che non può che rispecchiare l’essenza di una comunità che è in continuo cambiamento: così la Scuola intende seguire questo cambiamento presentando il tango e i suoi protagonisti come una ‘cultura’ che, segnando profondamente l’Argentina e il suo popolo, ne ha travalicato i confini per il messaggio universale che essa riesce a trasmettere”.

“Nella nostra epoca – continua Donatella Grasso - dove l’esistenza è impostata secondo le regole di uno stile di vita individualista, il tango si presenta come un’opportunità per rompere questa forma di solitudine proponendo di riscoprire, nella sua essenza, quello che è un uomo e quello che è una donna, in un dialogo tra i corpi, le menti e la musica”. Alla fine dell’incontro  la pista dell’Empire sarà occupata dal pubblico tanguero delle grandi occasioni per ballare sulle musiche proposte dal “musicalizador” residente Pietro Cosimano. Anche la seconda parte della serata è ad Ingresso libero e sarà l’occasione per Caminito Tango di presentare in anteprima le novità della Stagione 2017/2018.

Obiettivo degli eventi in programma – dice Elena Alberti, Presidente di CaminitoTango - è quello di creare un percorso ‘ordinato’ sul tango e sulle sue innumerevoli sfaccettature, attraverso la presentazione di frammenti della sua storia vissuta e raccontata dai protagonisti di oggi, i migliori artisti del panorama internazionale… cercheremo di mostrare a 360° i profondi cambiamenti che, in tanti anni, hanno trasformato il tango e la sua cultura presentandolo attraverso i suoi protagonisti e attraverso il messaggio universale che tale cultura riesce a trasmettere”.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA