Teatro

Presentate le nuove stagioni del Bellini e del Verga

teatro-1
17 ott 2016 - 18:50

CATANIA - Per la prima volta il Bellini e lo Stabile insieme per rilanciare il Teatro catanese”. Queste le parole del sindaco Enzo Bianco, dai microfoni del Salone Bellini di Palazzo degli Elefanti, durante la conferenza stampa di presentazione delle rispettive stagioni teatrali dei due Enti confermando in questo modo la stretta collaborazione tra i due teatri per risollevare le sorti del mondo teatrale etneo.

Tra bilanci ancora da approvare, stipendi ancora da saldare e un ingente disavanzo economico l’appuntamento con il palcoscenico del Verga e del Bellini continuerà ad essere ancora una costante per i catanesi.

Presenti all’incontro Anthony Barbagallo, assessore regionale a turismo, sport e spettacolo, Roberto Grossi e Francesco Nicolosi, rispettivamente sovrintendente e direttore artistico del Bellini, Giorgio Pace e Giovanni Anfuso, commissario straordinario dello Stabile, e Giovanni Anfuso, consulente artistico dello Stabile.

teatro-2

Il commissario Giorgio Pace: “La rassegna 2016/2017 dello Stabile nasce per la grande risposta d’affetto dei catanesi ricevuta quest’estate all’anfiteatro greco-romano con la piece ‘Il canto delle sirene’. La città ha voglia di teatro e qualsiasi cosa sarà fatta durante questo commissariamento deve essere limpida e facilmente verificata per il rispetto dei nostri abbonati”. Alla domanda sulla gravosa situazione economica risponde: “Quest’incontro serve per annunciare la nuova ed importante stagione che partirà il 22 novembre con Pippo Pattavina in ‘Il piacere dell’onestà’, tutti i problemi economici che dobbiamo risolvere dovranno essere discussi dai soci il prossimo lunedì durante l’incontro coi sindacati“.

Saranno cinque i titoli operisitici e due di danza per la stagione lirica e di balletti 2016/17, mentre diciotto i concerti della stagione sinfonica, a cui se ne aggiungeranno nove fuori abbonamento per il cartellone del Bellini

Il 21 gennaio con l’inaugurazione della stagione operistica si vedrà “La straniera” di Vincenzo Bellini seguita da “Manon Lescaut” di Giacomo Puccini, “Salomé” di Richard Strauss, “Don Giovanni” di Mozart e “La vedova allegra” di Franz Lehar che vedrà la partecipazione di Tuccio Musumeci nel ruolo di Niegus. “Lo Schiaccianoci” di Ciaikovskij e la rivisitazione tragica di “Carmen” di Bizet sono i balletti in programma. Fuori abbonamento sarà rappresentata “Messa Arcaic” di Franco Battiato e durante il periodo natalizio andrà in scena “Chiarastidda” con la partecipazione di Beppe Servillo.

Gli appuntamenti in programma alla sala Verga compresi nell’abbonamento saranno, a partire dal 22 novembre, “Machbet”, “Il piacere dell’onestà”, “Le serve”, “Notturno di donna con ospiti”, “Vizio di famiglia”, “Macbeth. Una Magaria” in coproduzione con lo Stabile di Palermo, “Due donne che ballano“, “Profumo di donna“, “Edipo”, “Il misantropo”, mentre fuori abbonamento sarà rappresentato “Minnazza-letture tra miti e pagine di Sicilia” con la partecipazione di Leo Gullotta.

Infine da notare una rassegna di eventi multidisciplinari “Altrove: il Teatro va in città” in cui in 5 diversi siti, la Chiesa di S. Nicolò l’Arena, la Sala Vaccarini di Palazzo degli Elefanti, gli ambulacri del Teatro Greco Romano, la Sala Consiliare di Palazzo Minoriti e il Rettorato dell’Università di Catania, ospiteranno spettacoli sui temi dell’emigrazione, l’omosessualità, il potere ed il femmincidio.

Elisa Guccione         

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA