Cinema

A Palermo arriva il celebre regista cileno Jodorowsky con “La danza della realtà”

LA DANZA DELLA REALTA', Palermo 15 gennaio
8 gen 2015 - 11:34

PALERMO – Il celebre regista cileno Alejandro Jodorowsky sarà a Palermo, giovedì 15 gennaio, al cinema Rouge et Noir, per presentare il suo nuovo film “La danza della realtà”.

Dopo Roma, Bari, Bologna, Firenze, Trieste, Genova, Napoli, Catania (14 gennaio) e Palermo, il film sarà presentato anche a Milano (il 17 al Teatro Franco Parenti).

“La danza della realtà”, anche a causa delle difficili condizioni del mercato distributivo italiano, è presentato in Italia esclusivamente nella formula del tour, come un concerto o uno spettacolo teatrale.

Il film sarà presentato al Rouge et Noir, alle ore 18.00 e alle 21.00, in lingua originale e sottotitolato in italiano. Una occasione unica per assistere, oltre alla proiezione del film, a un imprevedibile spettacolo di Jodorowsky, condotto nel suo stile eclettico e surreale.

Alejandro Jodorowsky è un artista che non appartiene a nessuna logica cinematografica convenzionale e che aspira al cinema quale modesta “arte di cura”, come lui stesso ama dire.

Dopo aver girato film passati alla storia come veri e propri cult – Fando e Lis, El Topo, La montagna sacra, Santa Sangre – e dopo più di vent’anni dalla sua ultima pellicola, Jodorowsky è tornato alla regia con “La danza della realtà”, un inno alla poesia e al senso della vita, un’autobiografia visionaria che rilegge gli anni della sua infanzia in una catena di ricordi e sogni grottesca e straniata.

Scrittore, poeta, fumettista, saggista, drammaturgo, regista teatrale, esoterista, esperto di tarocchi, fondatore con Roland Topor e Fernando Arrabal del “Movimento Panico”, fautore della Psicomagia, un misto tra psicoterapia e sciamanesimo, Jodorowsky ha collaborato, tra gli altri, con Marcel Marceau, Moebius, Milo Manara, Franco Battiato, e ha firmato solo sette film in quarantacinque anni, ottenendo una indiscussa fama mondiale.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento