Teatro

La “Lisistrata” di Aristofane in scena a Ragusa

lisistrata
16 lug 2016 - 16:37

RAGUSA - Dall’Antica Grecia del 411 avanti Cristo al 2016. Chissà se il grande commediografo Aristofane avrebbe mai avuto l’ardire di pensare che la sua commedia “Lisistrata” avrebbe viaggiato lungo i secoli per approdare a Ragusa, oggetto di un laboratorio teatrale che si è svolto al liceo Classico di Ragusa.

Un lavoro prezioso che l’associazione “Noi dell’Umberto I” ha deciso di presentare ieri sera al pubblico nel corso di una messa in scena che si è tenuta al ristorante “Il Baglio”. 

Le donne che desiderano la pace e riescono a far cessare la guerra decidendo un originale sciopero del sesso. Idea ardita che la sensibilità dei registi Luca Iacono e Fabio Guastella e la bravura dei giovani attori hanno riportato con grande garbo pur senza tradire l’audacia del testo originale.

“Il teatro – spiega don Paolo La Terra, presidente dell’associazione degli ex studenti del Liceo – rappresenta qualcosa di molto educativo. Scopo della nostra associazione è quello di valorizzare il talento dei nostri ragazzi, fornire un servizio culturale alla città e condividere la bellezza dei valori classici attraverso le generazioni”.

“Abbiamo scelto di proporre questa commedia di Aristofane – aggiunge la docente tutor del laboratorio, Maria Grazia Dibartoloperché ci permette, attraverso un testo scoppiettante, di vedere il punto di vista delle donne in Grecia. In questa opera esse trovano una libertà che era loro preclusa. Piace pensare che quella di interrompere la guerra facendo leva sull’amore sia un’utopia ancora possibile”.

“Questa commedia – spiegano i registi – non parla solo di sesso, anche se i riferimenti sono piuttosto espliciti. Nel testo emerge il rapporto tra uomo e donna, il desiderio di potere coltivare la pace. Abbiamo avuto il privilegio di studiare con un gruppo di ragazzi molto bravi e disciplinati. Abbiamo lavorato sui tempi comici e ci siamo resi conto che gli attori sono stati bravissimi sia nell’apprendere che nel collaborare”.

Tra le giovani promesse andate ieri in scena vi erano: Giulia Acquasana, Carola Antoci, Lorenzo Bertolone, Samuela Campo, Flavia Cubisino, Elena Farruggio, Giulia Fragalà, Andrea Guadagna, Carla Iacono, Alberto Lauretta, Martina Lauretta, Raffaele Nicosia, Marianna Occhipinti, Federica Parisi e Sarah Ruggieri. Ognuno capace di rendere con somma ironia e buon gusto la parte assegnata dai registi.

lisistrata

Dopo il successo ottenuto venerdì sera esiste la concreta possibilità che la “Lisistrata” vada in scena in agosto, probabilmente al teatro dei giardini archeologici di Caucana.

Carlo Marino



© RIPRODUZIONE RISERVATA