Musica

La lirica della città del centauro: le iniziative del “Taormina opera stars”

taormina opera stars
10 lug 2016 - 16:23

TAORMINA – Dalla “Cavalleria rusticana” alla “Tosca” all’insegna della tradizione passando per “Urlo Mediterraneo” e per un concerto di musica dallo spessore internazionale.

È quanto proposto dal “Taormina opera stars” che ha presentato il suo programma estivo nei locali de “La Baronessa“, collocati nel pieno centro storico di Taormina.

Tanti gli appuntamenti nel festival, giunto ormai alla sua seconda edizione, in programma ad agosto al Teatro Antico della Città del centauro. Hanno raggiunto, per l’avvio di questo momento  operistico, il palazzo antico tanti esponenti di spicco del mondo culturale.

Non a caso si sono registrati gli interventi del vice sindaco di Taormina, Mario D’Agostino, che afferma di sognare una città ancor più fulcro delle attività culturali internazionali, dell’assessore al Turismo, Salvo Cilona che auspica invece una funzione di promozione a livello internazionale della destinazione Taormina attraverso la musica operistica e del sindaco di Castelmola, Orlando Russo che ha lanciato l’ipotesi di una collaborazione comprensoriale per fare in modo che si possa essere sempre presenti in ambito culturale.

Nell’antico edificio taorminese, si sono trovati anche il direttore artistico del festival, Davide Dellisanti e il direttore d’orchestra dell’opera di Mascagni, Mariano Patti. Grande soddisfazione da parte del presidente dell’associazione “Aldebaran”, organizzatrice dell’evento, Maurizio Gullotta, del segretario del sodalizio, Daniele Lombardo e del “social media manager” del gruppo organizzativo, Manlio Mattaccini.

Proprio il festival dell’opera lirica presenterà, al Teatro Antico di Taormina, il 2 e il 22 agosto, in prima nazionale, “Urlo Mediterraneo”, spettacolo di teatro danza interpretato da tre danzatori e un’attrice, che reciterà il testo teatrale di Lina Prosa (che ha preso, parte alla presentazione) scritto per l’occasione, dal titolo: “Ritratto di naufrago numero 1, Appendice alla trilogia del naufragio”.

Lo spettacolo sarà presentato dalla Compagnia di Danza Contemporanea “Itai” fondata, appunto, nel 2006 dal coreografo e regista Lino Privitera. In scena, Manuela Muni.

Nella stessa serata poi sarà presentata, appunto, una lettura particolare di “Cavalleria Rusticana” di Mascagni, di cui oltre al “bel canto”, come da tradizione, sarà protagonista anche la danza. Movimenti coreografici accompagnati dalle arie di Mascagni saranno il motivo conduttore di questa innovativa “Cavalleria”. Presenti al momento culturale taorminese anche le cantanti, che oltre alla presenza scenica sanno accomunare la voce, Marianna Cappellani, Sabrina Messina e Carmen Maggiore. Il festival prevede, inoltre, un concerto diretto dal direttore d’orchestra, Peter Tiboris, che proporrà, il primo agosto, arie ed ouverture di famose opere liriche. Poi la seconda parte sarà interamente dedicata alla quinta sinfonia di Beethoven. Il 4 e 24 agosto invece sarà rappresentata la  “Tosca”. 

Omar Qasem



© RIPRODUZIONE RISERVATA