Iniziativa

In passerella per l’Airc allo Spasimo di Palermo

foto-sfilata
9 nov 2016 - 17:11

PALERMO - Grandissimo successo domenica scorsa per la ricchissima serata a sostegno dell’Airc e della ricerca sul cancro.

Una sfilata di moda organizzata da Cams Event grazie alla collaborazione di Anna Di Cristofalo, Maurizio Fogazza e Lorella Albamonte, con il patrocinio del Comune di Palermo, accolta nella magica cornice dell’ex chiesa di Santa Maria dello Spasimo.

Le modelle in passerella e gli abiti di alta sartoria delle collezioni presentate hanno incantato il pubblico. Tutto perfetto, nessun particolare fuori posto.

I colori accesi degli abiti di Crianna hanno illuminato il complesso monumentale, le trasparenze e le scollature della collezione firmata Giusy Crivello hanno esaltato la femminilità e la sensualità della donna, i vestiti di Rosa Fortunato si sono distinti in eleganza ed originalità e quelli da sposa colorati, voluminosi e principeschi di Davide Leonardo hanno fatto sognare le donne in sala.

Tra le sorprese più esaltanti l’abito interamente fatto di carta di Stefano Pullara, specializzato in abiti realizzati con materiali da riciclo.

Grande stupore anche nel momento in cui lo stesso Pullara ha improvvisato un “Istant Fashion” e realizzato in pochi minuti con una manualità fuori dal comune, due abiti senza cuciture e senza l’ausilio di accessori o supporti alcuni se non spilli e semplici scampoli di stoffa.

Il tutto accompagnato dalle coreografie di Sara Grupposo, il violino di Michele Costantino e da temi sociali purtroppo sempre attuali come il femminicidio.

Ospiti d’eccezione il criminologo Nunzio Giangrande, l’attore e regista Paolo Brancati, l’attore Roberto Pepoli e l’organizzatore Jhonny Tek, con la presenza dell’associazione Assoutenti e dei rappresentanti dell’Airc.

Presentatrice dell’evento Anna Cane, che ha condotto la serata con l’aiuto di una ricchissima squadra: il responsabile della fotografia Maurizio Fogazza, la direttrice artistica Anna Di Cristofalo. la truccatrice Roberta D’Aleo, i parrucchieri Claudio Madonia e Daniele Badagliacca.

Clelia Mulà



© RIPRODUZIONE RISERVATA