Teatro

I ART, replicano spettacoli dedicati all’”universo femminile”

NAVE ARGO - FOTO BROCHURE spettacolo
4 giu 2015 - 19:49

CATANIA - Proseguono, nell’ambito del Festival I ART, le repliche dei tre spettacoli del gruppo Statale 114 dedicati all’universo femminile e diretti da Silvio Parito: a Catania, Castello Ursino, il 10 giugno “Una storia siciliana”, a Misterbianco, nell’auditorium Mandela le tre produzioni saranno il 13, 19 e 26 giugno. Debutta l’11 giugno, sempre al Castello Ursino, “Di Concetta e le sue donne” con la compagnia dell’associazione culturale di Caltagirone Nave Argo, che dal 1992 opera in Sicilia nel settore della prosa contemporanea e del teatro per l’infanzia. Il copione è una drammaturgia ispirata al romanzo della scrittrice siciliana Maria Attanasio (Sellerio Editore).

Spiega Nicoleugenia Prezzavento, la regista, che ne ha curato l’adattamento teatrale: “È un racconto viscerale, poetico e trascinante; storia speculare di militanza di due donne siciliane che, ognuna nel suo personalissimo modo, dicono no alla misoginia, all’ingiustizia sociale, alla politica dell’apparenza e dei salotti, televisivi e non. ‘Di Concetta e le sue donne’ racconta due vicende individuali autentiche e ‘parallelamente convergenti’ con un contrappunto di linguaggi che intreccia cunto e poesia, epica popolare e distillazione poetica”.

Sul palco Rita Salonia e Nicoletta Fiorina (nella foto) che ne ha curato anche le musiche originali e gli interventi sonori. “Di Concetta e le sue donne” sarà in replica il 15 giugno a Piazza Armerina (Teatro Garibaldi), e il 17 giugno a Palermo (Teatro Lelio). Gli spettacoli cominciano alle ore 21. Ingresso libero, con ticket al botteghino, fino ad esaurimento posti.

Gli spettacoli di Statale 114 e Nave Argo sono inseriti nel cartellone del Festival I Art, il grande contenitore di eventi multidisciplinari incluso nell’omonimo progetto comunitario, ideato e diretto da I World e con il Comune di Catania ente capofila. 

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento