Evento

I ART, approda a Catania il teatro del Fuoco

fuoco
22 giu 2015 - 16:07

CATANIA - Inserita nel cartellone del Festival I ART, arriva a Catania la VIII edizione del Teatro del Fuoco International Firedancing Festival con la Formula Buskers, ovvero con gli artisti di strada. L’evento sarà annunciato, giovedì 25 giugno (ore 19) con una parata di tamburi e figuranti che percorreranno il centro storico dal Palazzo della Cultura, le vie Vittorio Emanuele, via Landolina, piazza Ogninella, Crociferi, via Etnea, Dusmet, Duomo, Università, Garibaldi, Mazzini, Alonzo di Sangiuliano, Federico di Svevia, Duomo, Vittorio Emanuele.

Artisti di fama internazionale, provenienti da Italia, Kenya, Repubblica Slovacca e Ungheria si esibiranno poi venerdì 26 giugno dalle ore 20.30, nelle storiche Piazza Duomo, Piazza Università e Castello Ursino, e sabato 27 giugno dalle 20.30 ancora in Piazza Duomo, Piazza Università e Via Etnea, aprendo anche agli artisti locali l’Open Space Off. La Formula Buskers di Catania sarà realizzata con la partecipazione di artisti ungheresi tra cui Linda Farkas, ritenuta una delle più brave manipolatrici di fuoco del mondo, acrobati africani in uno gioco di piramidi di sculture umane, slovacchi in un’alternanza spettacolare di ballo con il fuoco danno vita a straordinarie forme di espressione che lasciano il pubblico letteralmente con il fiato sospeso.

Due gli artisti catanesi che per la prima volta rappresentano l’Italia all’interno del Teatro del Fuoco: Giulio Lanzafame che ama sfidare la gravità e Riccardo Strano con pericolose evoluzioni sul trapezio. Il festival include anche 2 workshop di Hula Hoops e Sticks condotti da Brano e Dominika, artisti slovacchi già apprezzati da anni nella conduzione dei workshop di “European Joggling Conventions”, “Meet The Freak” in Portogallo e numerosi festivals in Ungheria, Repubblica Slovacca e Repubblica Ceca.

Il Teatro del Fuoco è inserito nel cartellone del Festival I ART, il grande contenitore di eventi multidisciplinari incluso nell’omonimo progetto comunitario, ideato e diretto da I World e con il Comune di Catania ente capofila.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento