Teatro

Dal 17 novembre al Franco Zappalà la commedia “U Malantrinu”

thumbnail_u-malantrinu-definitivo
12 nov 2016 - 18:34

PALERMO - La seconda produzione della XXI stagione DEL Teatro Franco Zappalà di Via Autonomia Siciliana, archiviate le emozioni suscitate dalla prima operetta andata in scena, lascia il posto alle risate della divertentissima commedia di Enrico Serretta “U Malantrinu”.

Lo spettacolo è considerato la commedia più rappresentativa del teatro comico dell’autore palermitano. L’azione si svolge nella modesta abitazione di Don Liborio Vico e di sua moglie, casa adibita anche a bottega di falegname. Il protagonista si arroga la carica di capo di alcuni picciotti uniti dalla legge della segretezza e dell’omertà, allo scopo di conseguire con ogni mezzo lecito e illecito, i propri interessi e nel contempo salvaguardare il proprio onore.

Don Liborio, il malandrino, il risolutore, il pacificatore e il castigatore, vede attorno a sé una folla di politici meschini, sciantose furbette e ragazzi ingenui e innamorati, mogli sapienti e mariti che si credono sapienti, veri malandrini e sedicenti malandrini che formano un divertente turbinio di situazioni dando vita ad una serie di avvenimenti ridicoli e sciocche imprese cosicché il tono del lavoro da serio si trasforma in declamatorio e artificioso. Don Liborio, “U Malantrinu”, risulta avere una doppia personalità, combattuto tra una marcata spavalderia e un’eclatante vigliaccheria. Il malantrinu però potrebbe non esserci … potrebbe non esistere … potrebbe formarsi solo con la suggestione….

Mattatore dello spettacolo torna sul palcoscenico Nino Zappalà nelle vesti di Don Liborio, sua moglie Angela è Maria Zappalà, sua moglie anche nella vita reale, accanto a loro un eccellente cast di navigati e noti attori: dalla verace napoletana Marianna Mercurio, a Tony Colapinto, direttore della Shakespeare Theatre Academy Italia il quale sorprenderà il pubblico nel suo insolito ruolo in scena e Inoltre sul palco, Paolo La Bruna, Roberto Spicuzza, Paolo Tutone, Silvana Di Salvo, Francesco D’Amore e Angelo La Franca. Gli allestimenti scenici sono stati curati da Giovanni Vallone, i costumi sono di Domenica Alaimo, tecnico audio è Carlo Gargano, tecnico luci è Michele Cardella. La regia è di Franco Zappalà.

Gli appuntamenti: giovedì 17 novembre, ore 21,30, venerdì 18 novembre 2016, ore 17,30 – sabato 19 novembre 2016, ore 17,30 – domenica 20 novembre 2016, ore 18,00.

Per informazioni: Tel 091 543380 – 091 362764

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA