Musica

Catania, standing ovation e sold out per l’orchestra Hjo Jazz

Hjo Jazz Orchestra
27 apr 2016 - 17:26

CATANIA - Applausi, standing ovation, terzo sold out consecutivo e un concreto impegno sociale: è questo ciò che emerge, tirando le somme, dal concerto dell’Hjo Jazz Orchestra, guidata dal maestro Sebastiano Benvenuto Ramaci con la direzione artistica di Liliana Nigro.

Il centro Zo, location di questa esclusiva rassegna musicale, ha visto una platea gremita e in visibilio con un pubblico che fremeva e si emozionava cercando di ballare, pur rimanendo seduto, sulle note di Tequila, Mambo n. 5 e Patricia.

La big band siciliana ha ripercorso i brani più carismatici delle orchestre latino americane passando da Perez Prado a Tito Puento, fino ad arrivare ad Antonio Carlos Jobim, riassaporando la sensuale atmosfera delle notti brasiliane.

Lo scopo è quello di donare, come è ormai consuetudine, un violino ai piccoli e talentuosi musicisti dell’orchestra Falcone e Borsellino: simbolo di speranza e crescita per una realtà diversa da quella in cui spesso sono costretti a vivere e confrontarsi.

Toccante il momento della consegna avvenuta per mano del centenario Giuseppe Piccolo delle Cantine Privitera, che ha commosso tutti ricordando alcuni momenti della sua vita vissuta molto lentamente per assaporare con piacere tutto ciò che gli accadeva.

Hjo Jazz Orchestra

Ospite dell’evento musicale il critico cinematografico e vice direttore artistico del Festival internazionale del cinema di frontiera di Marzamemi Sebastiano Gesù. Coinvolto dal concerto, egli ha annunciato pubblicamente che la big band siciliana aprirà i festeggiamenti della XVI edizione del Festival dedicata al cinema sudamericano, dal 25 al 31 luglio.

Sarà possibile, inoltre. riascoltare l’Hjo Jazz Orchestra il 30 aprile all’Antico mercato di Ortigia alle 21, durante la manifestazione “Sicilian Jazz” ispirata alla giornata internazionale del jazz.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA