Teatro

Aci Trezza, risate e applausi per “A luna n’to puzzu”

rappresentazione teatrale 'a luna n'to puzzu'.1
27 giu 2015 - 18:04

ACI TREZZA - Folla delle grandi occasioni, risate ed applausi a scena aperta per il ritorno sul palco dello Scalo di alaggio di Aci Trezza, martedì 23 scorso, della compagnia teatrale “Gli amici di Tespi”, composta interamente da attori amatoriali trezzoti. Come da tradizione, nell’ambito del programma degli eventi in occasione dei solenni festeggiamenti in onore del patrono San Giovanni Battista, il gruppo coordinato dal regista catenoto Antonio Spoto ha portato in scena una divertente commedia dialettale. Come non mai quest’anno è stato scelto il testo di attualità scritto da Giambattista Spampinato dal titolo “‘A luna n’to puzzu“.

L’illusione di una facile carriera lavorativa promessa dal politico di turno, intrecciata alla vicenda di un amore trascurato a causa della voglia di emergere, mettono al centro il senso di un crescente disagio giovanile ed, in particolare, quello della famiglia dei protagonisti che, dopo una serie di traversie e colpi di scena, tornano insieme felici e contenti. Al centro della vicenda c’è infatti avvocato Sferracavalli, personaggio che non entrerà mai in scena, la cui segretaria è Teresa (interpretata da Patrizia Bertini). La ragazza, illusa dall’avvocato candidato al parlamento, decide di lasciare il suo fidanzato Antonio (Francesco Bonaccorso) un medico che putroppo è disoccupato. La vicenda è vissuta all’interno di casa Cannata dove don Camillo (Giovanni Valastro), padre di Teresa, vive con la moglie signora Marianna (Grazia Pilato) e gli altri figli Mia (Liliana Micali) e Filippo (Sebastian Greco). A ruotare intorno alle vicissitudini della famiglia Cannata, in questo intereccio tra interesse e sentimento, vi sono anche i personaggi di Peppino Battaglia (Nino Buzzurro) il propagandista dell’avvocato Sferracavalli, l’elettrice Pinuzza Bellassai (Rosa Taranto), nonchè il dottor Fichera (Maurizio Zappalà) padre di Antonio.

Un testo scoppiettante che si conclude con la vittoria dell’avvocato alle elezioni ed Antonio che viene assunto in una Asl mentre la bella Teresa, scaricata subito dal neo parlamentare, si pente e ritorna insieme al suo fidanzato tra la gioia di tutti ed il grande applauso del pubblico. Anche quest’anno il coordinamento della compagnia teatrale “Gli amici di Tespi” è stato a cura di Enzo Cutuli.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento