Ricorso

La Uil Scuola di Trapani sostiene gli insegnanti di scuola primaria

Giuseppe Termini
4 nov 2015 - 17:26

TRAPANI – Mondo scolastico in subbuglio nella provincia di Trapani, dove diversi docenti di scuola primaria sono stati sottoposti a mobilità annuale. 

Ad intervenire sulla questione è la Uil Scuola di Trapani che ritiene errate le operazioni di mobilità, come dichiarato anche dal segretario generale Giuseppe Termini: Come è noto la provincia di Trapani ha un triste primato sul territorio nazionale, presenta un esubero di ben 37 docenti nell’organico di diritto di scuola primaria con la conseguenza che le utilizzazioni e le assegnazioni incidono profondamente sullo stato e la vita dei docenti interessati. La mobilità annuale serve a dare una speranza alla legittima aspirazione a ricongiungersi alla propria famiglia quando si lavora in sedi lontane e disagiate“. 

Il segretario generare della Uil Scuola ha affermato che tale modus operandi va in contrasto con la disciplina collettiva che regola dettagliatamente ogni fase del procedimento di assegnazione, ideato per garantire con oggettività i posti ai docenti in graduatoria. 

Nella fase conclusiva del suo discorso, Giuseppe Termini, aggiunge che tale atto di diffida vuole tendere a revocare in autotutela i provvedimenti di assegnazione e utilizzazione già adottati: “La Uil Scuola ha dato mandato ai propri legali per la tutela dei propri iscritti contro un’amministrazione, la cui rigidità, non di rado, ha come effetto una crescita esponenziale del contenzioso che, talvolta, comporta anche esborsi di somme notevoli da parte dell’erario”. 

 

Commenti

commenti

Francesca Guglielmino



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento