Iniziative

Transito di Mercurio sul Sole. L’Inaf organizza eventi per le scuole e il pubblico

Mercurio sul Sole
9 mag 2016 - 12:14

CATANIA - Conto alla rovescia per il transito di Mercurio sul Sole. In Italia telescopi pronti per osservarlo, nelle decine di iniziative organizzate, ma al Nord le nuvole rischiano di rovinare lo spettacolo.

Al Centro e al Sud invece il meteo sembra meno minaccioso. Il fenomeno sarà molto lento e suggestivo e si svolgerà dalle 13,12 alle 20,42, soltanto la fase conclusiva coinciderà con il tramonto e, spiega l’Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf), sarà visibile, nuvole permettendo, solo nelle regioni più a Nord come la Val d’Aosta dove il Sole, per una questione di latitudine tramonta più tardi.

Da Asiago a Catania, l’Inaf ha mobilitato i suoi osservatori in eventi per le scuole e il pubblico, con telescopi puntati sul Sole e conferenze su Mercurio e la missione Bepi Colombo, destinata a studiare il pianeta da vicino.

Mobilitati con decine di eventi anche gli appassionati del cielo dell’Unione Astrofili Italiani (Uai), che nel loro sito web hanno ricostruito la storia dei transiti di Mercurio osservati dal 1631. Telescopi puntati sul nuovo ‘neo’ del Sole anche a Roma, nell’evento organizzato dal Planetario.

Una diretta internet dell’osservazione è prevista sul canale Scienza e Tecnica, in collaborazione con il Virtual Telescope. Il telescopio è indispensabile per riuscire a vedere il minuscolo disco di Mercurio contro il Sole, ma sarà necessaria la massima prudenza: ”non usare filtri di fortuna” raccomanda l’astrofisico Gianluca Masi, responsabile del Virtual Telescope, perché è molto pericoloso per gli occhi osservare il Sole senza utilizzare i filtri sicuri, progettati per respingere la radiazione che può danneggiare la retina.

È un appuntamento da non perdere perché è un fenomeno abbastanza raro che si ripete circa 13 volte in un secolo: l’ultima volta è avvenuto l’8 novembre 2006 e il prossimo appuntamento sarà per l’11 novembre 2019, ma dall’Italia sarà visibile solo nella prima parte. Per vedere un transito di Mercurio visibile per intero dal nostro Paese, sottolinea Masi, bisognerà aspettare il 13 Novembre 2032

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA