Iniziativa

Studenti universitari tra teoria e pratica: alla scoperta della natura etnea

cutgana
19 nov 2015 - 17:21

SAN GREGORIO DI CATANIA - Hanno approfondito sul campo le tematiche della gestione e della fruizione eco-sostenibile e turistica delle aree protette dell’Ateneo di Catania.
Un’occasione unica per i 50 studenti del corso di laurea triennale in “Formazione di operatori turistici” del dipartimento di “Scienze della formazione” che, ieri mattina, hanno visitato la Riserva naturale integrale “Complesso Immacolatelle” e “Micio Conti” gestita dal centro di ricerca Cutgana dell’Università di Catania.

Una lezione teorico-pratica organizzata dalla docente Donatella Privitera, finalizzata a far conoscere agli studenti il centro universitario che gestisce ben sette riserve naturali ed un’area marina protetta nella Sicilia orientale ed anche l’itinerario didattico, turistico ed eco-sostenibile rivolto a studenti di ogni ordine e grado e ai visitatori della riserva naturale.

Gli studenti universitari hanno analizzato i risvolti turistici e le ricadute socio-economiche sui territori in cui sono presenti le aree protette gestite dal centro universitario ed in particolar modo delle riserve “Immacolatelle” e “Micio Conti” che si estendono per 1,5 chilometri sulla collina di Aci Castello e San Gregorio di particolare importanza per le peculiarità naturalistiche, archeologiche e storiche.

Hanno inoltre ammirato anche l’epigeo dell’area protetta alla scoperta della flora e fauna presente. A guidare gli studenti il responsabile della fruizione della riserva, Giovanni Sturiale, la responsabile del progetto didattico rivolto agli studenti “ScuolAmbiente”, Emilia Musumeci, insieme con Carlo Prato e Saverio Sciandrello del Cutgana. 

Santi Liggieri



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Correlati