Iniziativa

“La scuola comunica la salute”, concluso progetto all’insegna del benessere

conclusione giornate tematiche
7 nov 2015 - 17:51

PALERMO – Dopo nove giornate itineranti in tutta la Sicilia, oggi il progetto “La scuola comunica la salute” è terminato all’interno degli istituti secondari di primo e secondo grado di Palermo. Un progetto finalizzato alla conoscenza dei corretti stili di vita, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale, il Dipartimento Attività Sanitarie e l’Osservatorio Epidemiologico.

Le nove giornate sono state a tema per ciascuna provincia siciliana, promuovendo la salute, la salubrità, la sicurezza e stili di vita migliori. Tutti i giovani alunni hanno realizzato con grande entusiasmo e partecipazione magnifici lavori nel corso del mese di ottobre che durante le giornate intineranti sono stati mostrati alle scuole aderenti al progetto.

Per riassumere l’attività fatta in questi giorni, la responsabile dell’Unità Operativa Comunicazione dell’assessorato regionale Salute della Regione siciliana, Milva Gjomarkaj, ha affermato: “Il progetto è riuscito particolarmente bene per un grandissimo entusiasmo da parte dei ragazzi. Quello che abbiamo visto come prodotto dei ragazzi è una idea di salute così ampia e così complessa che rappresenta esattamente l’uomo che deve venire fuori, crescendo sano, dalla scuola“.

“Il metodo utilizzato è stato apprezzato tanto dagli insegnanti da configurarsi quasi come buona prassi da utilizzarsi anche in altri ambiti e materie vista la risposta dei ragazzi che hanno mostrato interesse e grande partecipazione”. 

In conclusione Maurizio Gentile, coordinatore dell’Osservatorio contro la dispersione dell’Ufficio Scolastico Regionale, ha commentato che “per acquisire corretti stili di vita, è necessario sviluppare negli studenti competenze meta-cogni-emotive in grado di favorire una adeguata consapevolezza di sè”.

Ciò significa, per la scuola, modificare l’approccio educativo-didattico nell’ottica dell’innovazione, così come hanno dimostrato i docenti che hanno partecipato al progetto“.

Per il termine dell’iniziativa, a Palermo sono stati presenti inoltre Marco Anello, direttore generale dell’Ufficio Scolastico a Palermo e Marina Ciaramitaro, referente per l’Osservatorio Epidemiologico Provinciale dipendenze Asp di Palermo.

Apprezzata la presenza di Salvatore Siciliano, responsabile dell’attività promozione della salute degli ospedali riuniti Villa Sofia Cervello, e di Nicoletta Salviato e Provvidenza Ficano, responsabili dell’Arnas Civico e del Policlinico Paolo Giaccone.

Giuseppe Lubrano, referente salute dell’Ufficio scolastico territoriale, Rosaria Licata, referente della rete civica della salute all’Asp di Palermo e Tania Pensabene del Comitato Consultivo della rete civica della Salute, hanno concluso l’evento insieme a Irene Sorrente, direttrice creativa di strategia e Giovanna Perricone, coordinatrice del progetto educativo.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento