Iniziativa

Ritorna a Zafferana il progetto “Educazione Stradale” per i più piccini

jj
6 feb 2017 - 18:10

ZAFFERANA ETNEA - L’Amministrazione Comunale di Zafferana Etnea, di concerto con le istituzioni scolastiche cittadine, ripropone anche per quest’anno il progetto di “Educazione Stradale” rivolto agli alunni del territorio.

Domani e dopodomani mattina, 7 e 8 febbraio 2017, nella Sala Consiliare del Palazzo di Città, il neo Comandante della Polizia Locale di Zafferana, Gian Maria Rossetti, terrà lezioni di educazione stradale agli alunni che frequentano le classi di 3^ media del locale Istituto Comprensivo “De Roberto”.

foto progetto educazione stradale

L’iniziativa, giunta alla sua seconda edizione, ha come obiettivo prioritario quello di contribuire al processo di formazione degli studenti della scuola primaria e media in riferimento alla conoscenza dei principi di sicurezza stradale con particolare riguardo alle norme di comportamento degli utenti della strada, stimolando al contempo la curiosità per le principali regole ed interagendo con le loro dirette esperienze.

Tra le finalità del progetto quella di favorire, in maniera graduale ed in relazione all’età, lo sviluppo delle capacità che permettono di muoversi a piedi in sicurezza negli spazi urbani e di viaggiare in auto con gli idonei sistemi di ritenuta, adatti alla loro età, nonché all’utilizzo della bicicletta e delle prescrizioni che ne regolamentano la circolazione in sicurezza.

Il tutto, naturalmente, osservando scrupolosamente le norme contenute nel Codice della Strada. Peraltro, recentemente la Polizia Locale di Zafferana ha intrapreso alcune iniziative – di concerto con l’Amministrazione Comunale – mirate ad incentivare la legalità e la civile convivenza nel territorio.

Tra queste, particolarmente apprezzata è stata quella relativa alla campagna di sensibilizzazione al rispetto della legalità con particolare riguardo al rispetto delle norme del Codice della Strada. Fautori del progetto di “Educazione Stradale” sono il sindaco Alfio Vincenzo Russo e l’assessore alle Politiche Scolastiche Angela Di Bella che ha caldeggiato l’iniziativa dopo il successo riscosso lo scorso anno.

Di fondamentale importanza l’apporto del Corpo della Polizia Locale attraverso la disponibilità del comandante Rossetti e dell’ispettore Francesco Malgioglio coadiuvato da altri colleghi. L’iniziativa, unitamente alle nozioni teoriche, vivrà anche momenti di applicazione pratica delle norme del codice della strada in occasione di un’uscita sul territorio utile a sperimentare sul campo quanto acquisito in aula.

Non mancherà, anche quest’anno, inoltre la prova in bicicletta su percorso prestabilito e la consegna finale della “patente del ciclista” ai partecipanti.

“Tra le priorità nel nostro programma elettorale spicca anche l’attenzione rivolta verso una corretta Educazione Stradale dei più piccoli – ha sottolineato il primo cittadino Russo – e i confortanti risultati ottenuti in occasione della prima edizione ci hanno indotti a riproporre questa significativa esperienza rivolta agli studenti zafferanesi. I ragazzi, infatti, hanno modo di sviluppare un’esperienza che tornerà loro assai utile in futuro, sia come utenti della strada che come cittadini”.

A sollecitare la riproposizione del progetto di educazione stradale è stata anche l’assessore Di Bella nella convinzione che, dotando gli studenti di una maggiore istruzione, si contribuisce a formare cittadini più consapevoli in futuro e maggiormente votati allo sviluppo di Zafferana.

“Desidero ringraziare le insegnanti Patrizia Leonardi (Circolo didattico “Matteo Maglia”) e Letizia Sardo (I.C.“De Roberto”) per la fattiva collaborazione nell’ambito dell’iniziativa – ha affermato Angela Di Bella - nonché il Comando dei Vigili Urbani per la consueta e qualificata disponibilità. Prossimamente proporremo anche un progetto sull’educazione alimentare rivolto agli studenti di scuola media attraverso un’appropriata conoscenza dei prodotti del territorio e la sollecitazione verso corrette abitudini alimentari. In quell’ambito, proporremo anche visite conoscitive in aziende del territorio”.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA