Incontro

Polizia ferroviaria e bambini a tu per tu: “Train… to be cool”

polizia scuola
28 apr 2016 - 10:25

CATANIA - Nel mese di aprile, la Sezione Polizia Ferroviaria di Catania Centrale ha organizzato un incontro con alunni della scuola elementare dell’Istituto Comprensivo Statale “Diaz – Manzoni”.

L’iniziativa vede impegnata la Polizia Ferroviaria su tutto il territorio nazionale, al fine di sensibilizzare gli studenti al rispetto delle regole durante la fruizione dei servizi ferroviari, per la propria e altrui incolumità. Purtroppo, i numeri relativi agli incidenti in ferrovia sono spesso riconducibili a distrazioni, imprudenze, gesti sconsiderati e bravate e spesso sono i più giovani con i loro comportamenti scorretti, inconsapevoli dei pericoli che ruotano attorno al mondo dei treni, ad esserne coinvolti. Da qui, l’avvio di diverse campagne di educazione alla legalità a cura della Polizia di Stato in collaborazione con le Ferrovie Italiane, Trenitalia e le Scuole.

Il 19 ed il 20 Aprile, personale specializzato della PolFer di Catania e di Taormina si è recato presso l’istituto comprensivo Statale “A. Diaz-Manzoni”e ha tenuto degli incontri con le classi elementari III, IV e V, durante i quali sono stati proiettati anche alcuni filmati, finalizzati alla comprensione delle norme di comportamento basilari dei servizi ferroviari. Il successivo 21 e 22 aprile, nella Stazione F.S. di Catania Centrale, 120 alunni delle III, IV e V classi della Diaz – Manzoni, prelevati ed accompagnati da un Pullman della Polizia di Stato, hanno assistito, a gruppi, alle lezioni di educazione alla sicurezza ferroviaria tenute in collaborazione con personale ferroviario partecipe all’ iniziativa, e con personale di Protezione Aziendale.

Dalla stazione Ferroviaria di Catania Centrale, dopo una breve lezione pratica sulle norme di comportamento da parte degli utenti, sono saliti a bordo di un treno diretto ad Acireale dove hanno avuto modo anche di visionare una locomotiva storica a vapore lì presente. Un modo per imparare e divertirsi allo stesso tempo, portando a casa un piccolo bagaglio di nuove informazioni apprese direttamente sui luoghi di applicazione. L’iniziativa ha suscitato nei bambini e nelle insegnanti, particolare interesse ed entusiasmo tale da richiedere l’organizzazione di altri eventi, che permettano a bambini di altri plessi dell’istituto comprensivo, e di altre scuole di partecipare all’iniziativa.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA