Legalità

Palermo, corsi di educazione stradale in 24 scuole

25 ott 2014 - 06:15

PALERMO - Nella Sala degli Specchi a Villa Niscemi,sono stati presentati  i corsi di Educazione stradale giunti alla 50ma edizione, svolti dall’Ufficio scuola della Polizia municipale, presso gli istituti cittadini. Alla presenza delle autorità civili e militari e dei dirigenti e docenti scolastici delle scuole sede dei corsi, il sindaco Leoluca Orlando ha sottolineato “l’importanza del ruolo della scuola come motore di cambiamento della società, per inculcare la legalità come messaggio che deve passare anche attraverso l’educazione stradale. L’impegno della Polizia Municipale è quello dell’Amministrazione Comunale per creare nella legalità il fondamento di una comunità”.

Per l’assessore alla scuola, Barbara Evola “bisogna continuare dentro le scuole per promuovere una cultura della vita ed il rispetto delle regole, ma oltre la scuola e la polizia municipale tutta la comunità deve lavorare sugli stessi messaggi. Soprattutto noi adulti dobbiamo essere di esempio per i nostri bambini”

Il comandante, Vincenzo Messina ha evidenziato “come la richiesta dei corsi, ogni anno sempre più numerosa da parte delle scuole ci fa capire che stiamo operando nella direzione giusta. Parte dalle scuole il progetto che in ognuno di noi, soprattutto in questo momento di forti tensioni sociali, deve tornare il senso civico ed il rispetto delle regole come strumento di convivenza civile”.

Quest’anno i corsi sono arrivati alla cinquantesima edizione, dal 1964 ad oggi sono circa 250.000 gli studenti delle scuole palermitane di ogni ordine e grado che vi hanno preso parte.
Nell’ambito della presentazione è stata sancita la collaborazione dell’Inail, l’istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni che nel contesto dei corsi, metterà a disposizione degli studenti, quattro simulatori di guida.

I corsi nell’arco dell’anno scolastico 2014/2015 si svolgeranno in 24 scuole:
otto direzioni didattiche; “Ragusa Moleti” di via Moleti, “Sacro Cuore del Verbo Incarnato” di piazza Cascino, “Maria SS del Rifugio” di via Petix, “Rosolino Pilo” di via Sebastiano La Franca, “Monti Iblei” di via Monte S. Calogero, “Petrarca” di via Sampolo, “Nazario Sauro” di viale Amedeo d’Aosta, “Ancelle” di via Sampolo. Una scuola media “G.A. Cesareo” di via Paratore,

nove Istituti comprensivi; “Antonio Ugo” di via Arculeo, “Cruillas” di via Salerno, “Vittorio Emanuele III” di via Terranova, “Padre Pino Puglisi” di via Panzera, “Maredolce” di via Fichidindia, “Lombardo radice” di corso Calatafimi, “Alberigo Gentili” di via Lo Jacono,
“Sferracavallo-Onorato” di via Tacito, “G. Falcone” di via Pensabene,
sei istituti superiori; Liceo classico “Vittorio Emanuele II” di via Simone da Bologna, Educandato “Maria Adelaide” di corso Calatafimi, Itis “A. Volta” di passaggio dei Picciotti, Istituto magistrale “C. Finocchiaro Aprile” di via Cilea, Istituto scientifico “B. Croce” di via Benfratelli.-

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento