Evento

Modica: festa per i 150 anni dell’ “Archimede”

150 immagine
14 gen 2017 - 16:59

MODICA - Importante traguardo per l’Istituto di Istruzione Superiore Archimede di Modica che quest’anno festeggia 150 anni. Oggi la cerimonia  di apertura dei festeggiamenti al teatro “Garibaldi”. Dopo i saluti del dirigente scolastico prof. Rosolino Balistrieri, del sindaco di Modica Ignazio Abbate, del presidente della Regione Rosario Crocetta e dell’assessore regionale all’istruzione Bruno Marziano, interventi del professor Uccio Barone sulla storia della scuola e di Piero Pisana ex studente dell’Archimede sugli appuntamenti teatrali tradizionalmente organizzati dagli studenti della scuola.

Quindi consegna delle borse di studio intitolate a Raffaele Pluchino e a Pietro Ciranna. Conduttori della serata i giornalisti Salvatore Cannata e Cinzia Vernuccio.

Fondato nel 1865 dai notabili di Modica e attivo dal novembre 1867, l’istituto è stato il primo istituto di istruzione superiore della città (Il liceo Classico nascerà nel 1875) e dell’intero comprensorio, nonché uno dei primi della Sicilia postunitaria che ripartiva dall’istruzione e dalla cultura.

La scuola, già dal battesimo, proponeva agli studenti del comprensorio percorsi scolastici di quattro anni diversificati nei quattro indirizzi agronomia, fisico e matematico, amministrazione e commercio, costruzione e meccanica; negli anni ’80 ha perso l’indirizzo tecnico per geometri per riacquisirlo solo nell’anno scolastico 2016/17, proprio in coincidenza dell’importante anniversario. Oggi la scuola si struttura nei quattro indirizzi sistemi informatici e aziendali, turismo, grafica e comunicazione e amministrazione, finanza e marketing e dall’anno scolastico 2016/17, appunto, dell’Archimede fa parte nuovamente l’indirizzo costruzione ambiente e territorio, l’ex indirizzo tecnico per geometri.

L’ “Archimede”  negli anni  ha formato migliaia di giovani non solo residenti a Modica, ma anche nei comuni limitrofi e ha l’onore di annoverare tra gli ex docenti Giacomo Albo, Pietro Stoppani, Pietro Lancetta, Raffaele Grana Scolari e Virgilio Brocchi.  

 

 

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento