Formazione

Master di rum e cocktail all’alberghiero di Catania

tirreno
30 ott 2014 - 06:00

CATANIA - Un evento unico all’I.P.S.S.E.O.A. “Karol Wojtyla” di Catania, dirigente scolastico dott.ssa Daniela Di Piazza, nella sede di via Lizio Bruno, in collaborazione con Bar Tales, che ha ospitato l’unica tappa siciliana dopo quelle di Torino, Milano, Roma e Bari del Master sul Rum Santa Teresa.

Sono intervenuti il vicepresidente nazionale Aibes Salvo Arcidiacono, Leonardo Pinto per Isla de Rum, Leonardo Leuci per Jerry Thomas Project, Fabio Bacchi per Bar Tales, grandi barman internazionali.

Importante è stata la sinergia con i docenti tecnico-pratici dell’Istituto: Francesco Licciardello, Sergio Perricelli, Carmelo Licciardello.

Un folto pubblico di operatori del settore ha partecipato alla kermesse, giungendo da tutte le parti della Sicilia. Un momento altamente formativo che ha proposta tante novità e sorprese nel mondo del bere, avvalendosi di personaggi di grande caratura internazionale.

 Bar Tales 30\10\14

Una carrellata di cocktail, con protagonista il rum, e Fabio Bacchi chiarisce “poiché il suo gusto si sposa perfettamente con tutti i succhi ma può essere consumato anche liscio, soprattutto se prodotto di qualità più elevata. Il rum si beve volentieri anche con limone e ghiaccio”.

Non sono mancati i riferimenti alla storia del rum e alla sua commercializzazione e Salvatore Arcidiacono osserva “sono tante le difficoltà che si incontrano nel mestiere di barman, bisogna conoscere anche altri settori compresa la cucina, studio, esercitazione pratica e approfondimento aiutano a qualificare la professionalità”.

Il tour del rum continuerà ancora in Svizzera, portando i colori della Sicilia e la dirigente Di Piazza fa notare “un master sul sapere alcolico, che auspico possa ripetersi nel futuro poiché siamo cittadini europei e per insegnare bisogna conoscere le tipicità dei prodotti, saperli gestire nel mondo del marketing e della comunicazione, per incrementare il turismo attraverso la qualità e l’efficienza”.

Lella Battiato

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento