Polfer

I rischi che si corrono prendendo il treno: incontro a Messina

Train_to_be_cool
26 mag 2016 - 19:19

MESSINA -I comportamenti a rischio in ambito ferroviario”. Questo il tema dell’incontro svoltosi nell’Aula Magna dell’I.T.T.L. “Caio Duilio” e promosso dalla “Sezione di Polizia Ferroviaria” di Messina diretta dal vice questore aggiunto Alessandra Oliverio.

Il progetto, battezzato “Train …to be cool”, ideato dal Servizio di Polizia Ferroviaria del Dipartimento di Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno, è rivolto agli studenti delle scuole secondarie di I e II grado ed è finalizzato a stimolare nei giovani la consapevolezza dei rischi presenti nello scenario ferroviario e diffondere tra di loro la cultura della legalità e della sicurezza, sensibilizzandoli ad adottare comportamenti responsabili per l’incolumità propria e degli altri.

Relatori dell’evento,a  cui hanno presenziato gli studenti delle classi 3D, 4F e 5I dell’Istituto Nautico di via La Farina, il sostituto commissario Renato Milazzo, il sovrintendente capo Francesco Sidoti e il vice sovrintendente Nunzia Pernicano che hanno intrattenuto gli studenti discutendo ed approfondendo alcuni fatti di cronaca, avvenuti in tutto il territorio nazionale, che hanno visto coinvolti giovani rimasti vittime di vari incidenti derivanti da comportamenti definiti “a rischio” o di gesti irresponsabili ed imprudenti.

Quali? Ve ne sono diversi, che in troppi, senza pensare alle conseguenze, adottano: l’attraversamento dei binari, la distrazione causata dall’utilizzo degli auricolari mentre si è in stazione, i tentativi di salita a bordo con treno in movimento, il lancio di oggetti in direzione dei convogli in transito, la posa di ostacoli sui binari, l’introduzione abusiva in aree interdette, l’imbrattamento e il danneggiamento del materiale e delle infrastrutture ferroviarie.

 

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA