Replica

Concorso scuola, giuristi contro senatrice Puglisi: “Non siamo degli azzeccagarbugli”

Concorso-Scuola
21 apr 2016 - 18:00

PALERMO - Replica aspramente e senza giri di parole, l’avvocato Francesco Leone, presidente dell’associazione giuristi siciliani, sulle dichiarazioni della senatrice del partito democratico, Francesca Puglisi, che accusava i liberi professionisti di opportunismo. 

Le accuse arrivano dopo la pronuncia del Tar del Lazio sul concorso scuola che, accogliendo il ricorso di alcuni partecipanti al concorso nazionale per insegnanti, aveva scatenato la reazione della senatrice Puglisi che aveva scritto: “Il Ministero dell’Istruzione fa bene ad opporsi. È finito il tempo delle sanatorie politiche e vorremmo che fosse finita anche l’Italia degli azzeccagarbugli”.

“So che il mio lavoro non Le piace … ma coloro i quali definisce ‘azzeccagarbugli’ sono, in realtà, degli avvocati che svolgono un ruolo previsto (pensi un po’!) dalla nostra Costituzione”. Il presidente Leone chiede rispetto e un confronto aperto con la responsabile nazionale scuola del partito democratico.

L’obiettivo principale del presidente dei giuristi siciliani è quello di ricordare alla senatrice che i ragazzi meritano una scuola di qualità e che ogni attività intrapresa dagli avvocati ricorrenti è finalizzata esclusivamente a questo. 

Da questo parte una lunga lettera (qui il link) in cui, tra le tante cose, l’avvocato Leone cita alcuni esempi di insegnanti penalizzati dal Legislatore, ribadendo come gli avvocati ogni giorno “indossiamo la toga e, sfidando le disfunzioni del sistema giustizia, difendiamo i diritti inviolabili dei cittadini”.

Chissà se il confronto con la senatrice Puglisi arriverà. 

 

 

Rossana Nicolosi



© RIPRODUZIONE RISERVATA