Edilizia scolastica

Circolo didattico De Amicis: la replica del Comune di Catania

muri e pareti danneggiate (10)
19 nov 2015 - 19:05

CATANIA- La situazione segnalata dalla IV Municipalità di Catania in merito allo stato di degrado in cui versa il plesso di via Merlino del circolo didattico della Edmondo De Amicis, confermata anche dalla dirigente dell’istituto, hanno spinto il Comune di Catania a fare delle precisazioni che riportiamo integralmente.

In relazione a quanto segnalato dai Consiglieri di Circoscrizione in merito alle condizioni della Scuola De Amicis di via Merlino è necessario precisare quanto segue:

La fuoriuscita di acqua dal muro esterno perimetrale che separa il plesso scolastico sul lato prospiciente a nord è un fenomeno causato dall’ingente quantità di pioggia che si è riversata nella nostra città nella giornata del 21 ottobre scorso. In particolare si tratta di un muro in cemento armato di contenimento, di un terrapieno posto a monte del cortile scolastico, sul quale sono realizzati dei fori di drenaggio che hanno il compito di fare defluire l’acqua piovana in eccesso e quindi di non appesantire ulteriormente il terrapieno contenuto.

Trattasi quindi di un fenomeno relativo alla funzionalità del muro che, nel caso in specie, in considerazione delle notevoli e anomale piogge ha causato disagi alla fruibilità del cortile, pur non incidendo sulla stabilità del muro stesso e delle strutture dei fabbricati.

Il muro in questione, realizzato in cemento armato, in atto è stabile e non desta alcuna preoccupazione. Sicuramente in caso di precipitazioni uguali di intensità a quelle occorse il 21 ottobre scorso il fenomeno si ripeterà e pertanto tecnici dell’Ufficio manutenzione hanno predisposto un progetto relativo alla realizzazione di un sistema di raccolta e deflusso delle acque meteoriche.

Le lamentele rispetto alle condizioni igieniche riguardano interventi di pulizia che dipendono dalla Direzione scolastica, invece per quanto riguarda vecchie sedie e banchi depositati sul cortile esterno l’Amministrazione si farà carico della rimozione.

Occorre invece segnalare che la problematica principale riguarda i prospetti dei due fabbricati esistenti (scuola materna e scuola elementare) che in atto si presentano in un avanzato stato di degrado. Nell’ultimo periodo l’Amministrazione è intervenuta diverse volte per procedere con interventi mirati, ma parziali, di messa in sicurezza relativi a spicconamenti di murature e intonaci, ricostruzione di parti ammalorate e istallazione di reti di protezione. Allo stato attuale l’edificio scolastico è costantemente monitorato ma necessita di urgenti interventi radicali di rifacimento dei prospetti. A tal fine l’Amministrazione sta provvedendo ad inserire nel bilancio di previsione le somme necessarie.

L’amministrazione comunale intende risolvere in sinergia e collaborazione della Direzione Didattica tutte le problematiche.

Proprio per cominciare a procedere in tal modo, domattina l’assessore ai Lavori Pubblici, Luigi Bosco, sarà in loco per effettuare un sopralluogo in maniera da sincerarsi di persona dello stato reale della situazione.

Viviana Mannoia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Correlati