Iniziativa

Catania, parte il progetto nelle scuole “ballo ma non sballo”

ballo
27 ott 2014 - 13:47

CATANIA - Immaginate dei giovani studenti che imparino il rispetto delle regole e della legalità, in un modo nuovo, a suon di musica, ballando.

Oggi tutto questo è possibile con il progetto “Ballo non sballo”, scuola tour, presentato questa mattina nella sede della V Municipalità a Catania e promosso dalla comunità giovanile “Officina silenziosa”.

I destinatari nonché protagonisti sono proprio i giovani di tutte le scuole del territorio, che dovranno imparare, come proteggere la loro vita. Lo faranno in un modo accattivante e divertente, seguendo il loro stile, sia nel modo di vestire che di esprimersi.

Potremmo definirlo un modo di comunicare all’avanguardia, che riesce a raggiungere più facilmente l’universo giovanile.

“Questo progetto nasce circa 7 anni fa, dall’esigenza di sensibilizzare i ragazzi – spiega il fondatore di “Ballo ma non sballo” Paolo Raiasul problema dell’uso/abuso dell’alcool e le gravi conseguenze che ne comporta. Puntualmente accade che dopo una serata in discoteca, si finisce nelle prime pagine della cronaca con le stragi del sabato sera causate dal connubio alcool e droga che distrugge la vita dei ragazzi e poi quella dei loro cari, dei loro familiare. Noi – conclude – vogliamo appunto cambiare “musica” e dire no agli abusi.


Fondatore del progetto insieme a Paolo Raia anche Antonio Cinconze e Paolo Divenuto, con il supporto dei tanti giovani che, finita la scuola, hanno deciso di abbracciare questa iniziativa come Salvo che adesso vuole raccontare la sua esperienza di crescita ai suoi coetanei. “Ho conosciuto Ballo ma non sballo e sono riuscito a diventare più consapevole e a non fare certe cavolate. Quando con i miei amici andavamo in discoteca, a turno c’era sempre chi rimaneva sobrio, e accompagnava tutti a casa. La vita è un dono che bisogna proteggere a tutti i costi e io ci sto provando e voglio contagiare tanti ragazzi con la musica e anche attraverso la mia storia”.

Alla presentazione del progetto anche l’assessore alla sport e alle politiche scolastiche del comune di Catania Valentina Scialfa che ha sottolineato l’importanza di attuare una politica dei valori reali e concreti che si adoperi per la crescita sana dei giovani e su questa strada intende lavorare l’amministrazione Bianco che darà sostegno a 360° a questa iniziativa.

Plauso e condivisione è stata espressa anche da tutti i consiglieri della V Municipalità, compresi il presidente Orazio Serrano e la vice presidente Maria Grazia Felicioli, che nei prossimi giorni presenteranno altre iniziative in favore della crescita della circoscrizione.

Il tour scuola “Ballo ma non sballo” si svolgerà durante le assemblee d’istituto per non togliere tempo alle attività didattiche ma soprattutto durante uno dei momenti in cui tutti gli studenti sono insieme per parlare e confrontarsi.

Musica, dunque in primo piano ma attraverso i giovani che parlano dei giovani.

Commenti

commenti

Elisa Petrillo



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento