Iniziativa

Catania: anche l’Università “lotta contro dipendenza dal gioco d’azzardo”

università
17 giu 2015 - 15:10

CATANIA - Riflettori puntati sulla lotta alla dipendenza dal gioco d’azzardo. L’Università di Catania, infatti, questa mattina è scesa in campo per mostrare al pubblico e condividere con esso i dati allarmanti riguardo al fenomeno che, sempre con maggiore intensità, colpisce i ragazzi, soprattutto minorenni.

“Il 64% degli studenti degli istituti superiori catanesi, di età compresa tra i 16 e i 20 anni - dichiara il professore Salvatore Castorina, rappresentante del dipartimento salute mentale area dipendenze patologiche - frequenta le sale da gioco o si connette abitualmente con siti di gioco on-line – continua Castorina -. Ciò fornisce l’unità di misura della gravità della situazione, in quanto si tratta di una condizione difficile da gestire che spesso comporta altro tipo di patologie per i ragazzi come la depressione”.

Dalle statistiche, inoltre, emerge che i soggetti maggiormente colpiti vivono in regioni meridionali, in condizioni disagiate e che le “vittime” di questa patologia tendono a isolarsi dai propri contatti. La perdita al gioco genera povertà e da li “l‘effetto domino” risulta inevitabile: comportamenti criminali, rottura della relazioni, assenteismo dal lavoro e vari problemi di natura psicofisica che, nei casi più drammatici, possono sfociare addirittura in pensieri autolesionistici.

“Vogliamo offrire consulenza gratuita alle vittime di questo male insieme con l’associazione antiusura Obiettivo legalità - dice Castorina, spiegando la soluzione offerta dall’ateneo catanese -. Attraverso un sito internet dedicato ci interessa entrare in contatto con questi ragazzi e condurli al confronto con degli specialisti per un supporto psicologico, psichiatrico e legale in modo da uscire da tale drammatica condizione”.

Commenti

commenti

Vittoria Marletta



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento