Protesta

Catania, il circolo Olga Benario contro la “buona scuola”

download
30 mar 2015 - 19:57

CATANIA - Sembra proprio che la scuola del futuro che vedono gli insegnanti non è poi così “buona” come Renzi vuole far credere.

Proseguono infatti le proteste contro il decreto legge ribattezzato “Buona Scuola”. In questo momento è in corso a Catania, davanti la prefettura, una manifestazione organizzata dal “Circolo Olga Benario” di Rifondazione comunista.

Abbiamo parlato con uno degli organizzatori, Luca Cangemi, che ci ha spiegato i motivi della protesta.

Innanzitutto il gruppo contesta al governo di voler ingannare tutti i precari affermando che il precariato verrà risolto grazie ad una stabilizzazione. Secondo Cangemi, le cifre stanziate dall’Unione Europea, con le quali si sarebbe dovuto creare un reale progetto di stabilizzazione, non solo non sono state correttamente utilizzate, ma c’è anche qualcosa che non torna nei conti. 

La realtà dei fatti, secondo Cangemi, è che tantissimi precari continueranno a girare per l’Italia, senza mai poter avere la speranza di fermarsi nella città di residenza.

Il secondo motivo di protesta del gruppo di rifondazione comunista è quello dell’aver consegnato, con questo decreto, le scuole ai presidi. I direttori scolastici avranno facoltà di poter dare la propria fisionomia alla scuola, avendo il potere non solo di scegliere gli insegnanti ma anche di poter intervenire sul loro stipendio.

Infine Cangemi contesta la delega che il governo ha ottenuto, in modo da poter intervenire sulle assunzioni più delicate, come quelle degli insegnanti di sostegno.

Il corteo, che si muove per via Etnea, conta più di 300 manifestanti e attende l’arrivo di altre persone.

  timthumb

 

Commenti

commenti

Giuseppe Correnti



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento