Iniziativa

Carpooling, arriva la piattaforma dedicata dell’Università di Catania

università carpooling
6 mag 2016 - 10:22

CATANIA - Ormai non si parla d’altro. L’inquinamento ambientale, i costi elevati dei carburanti e della manutenzione dei mezzi di trasporto, e perché no, anche per il troppo stress accumulato giorno dopo giorno nel traffico urbano, uno dei punti sui quali attivarsi maggiormente è quello della mobilità sostenibile

Oggi sono tanti i metodi per trovare un trasporto alternativo al mezzo privato, ma nonostante ciò, i cittadini catanesi continuano a spostarsi con la propria auto. A cercare di invertire questo trend ci ha pensato l’Università di Catania che ha avviato un’indagine per “fotografare” l’attuale stato della mobilità urbana degli studenti e, soprattutto, per interpretare la loro attitudine al cambiamento, in favore di nuovi modi di trasporto.

Questa indagine – spiega il delegato al Mobility Management d’Ateneo, Giuseppe Inturriintende valutare quali siano le condizioni che possono favorire gli spostamenti effettuati mediante una condivisione organizzata dell’automobile privata tra più studenti (carpooling), in modo da aumentare il tasso di occupazione dei veicoli e un uso efficiente degli stessi”.

L’Università ha già messo a disposizione un sito web dedicato al carpooling in cui è già possibile compilare un questionario, consentendo la raccolta di informazioni del tutto generali ed anonime, utili però a una buona organizzazione del servizio d’ateneo.

La piattaforma consente di gestire ed organizzare gli equipaggi delle auto, in riferimento alle tratte ed ai percorsi che collegano le abitazioni alle sedi universitarie, riducendo la presenza di automobili sulle strade urbane. In questo modo si avranno notevoli vantaggi per la società, per l’ambiente e per ciascuno degli studenti che compone l’equipaggio.

Insomma, tanti vantaggi per gli studenti e per tutta la società grazie ad una bella iniziativa. Il primo passo è stato fatto.

Santi Liggieri



© RIPRODUZIONE RISERVATA