Iniziativa

Bullismo, femminicidio, alcool e droghe: iniziato il tour “Dj in Cattedra”

15224746_10210428786629930_1954515073_o
24 nov 2016 - 18:24

CATANIA - Oggi la prima tappa del tour realizzato da “Dj in Cattedra” in collaborazione con “DemoSi Giovani” per discutere di tematiche quali bullismo, femminicidio, alcool e droghe. 

L’incontro di oggi,  all’Istituto Ferraris di San Giovanni La Punta, ha visto la presenza di numerosi studenti e docenti. Abuso di alcool e consumo di droghe: questi gli argomenti principali del giorno. 

Il responsabile giovanile dell’associazione “DemoSi”, Mirko Giacone, in veste anche di Consigliere della IV Circoscrizione di Catania, si è detto “molto soddisfatto di aver preso parte alla decima edizione del tour”. 

“Le istituzioni dovrebbero promuovere iniziative come quella odierna. Il nostro paese ha il primato negativo per il consumo di alcol già all’età di 11 anni - continua il consigliere - non possiamo tollerare che i pub e le discoteche eroghino alcol a minori, causando così troppo spesso incidenti stradali”.

E ancora: “Nel caso del consumo di sostanze stupefacenti, queste causano soprattutto nei ragazzi fino a 21 anni danni irreversibili nel cervello che fino a quell’età è in continua evoluzione. Inoltre l’acquisto comporta indirettamente una crescita dell’economia della malavita organizzata, che è lo stesso cancro che ha fatto vittime nel corso degli anni”.

Il consigliere ha concluso con un invito a tutti gli studenti e ai rappresentati d’istituto del plesso alla conferenza che si terrà nel centro commerciale “Le Ginestre”, martedì 29 Novembre alle ore 17, per discutere di bullismo e femminicidio.

Il progetto sociale vede come protagonisti Paolo Raia (voce e fondatore del progetto) e i Dj Cinconze, Privitera, Miceli, Di Prima, Costanzo e Monaco: tutti facenti parte dell’Agenzia Artist Management. 

Presenti inoltre quest’oggi, oltre al Consigliere Circoscrizionale Mirko Giacone, anche Paolo Raia, Paolo Miceli, Salvo Privitera, Gianpaolo Di Prima, Pietro Vermigallo e i rappresentanti d’Istituto Sebastiano Samperi, Amedeo De Luca, Salvo Palmeri, Antonio Incognito.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA