Sanità

Al via oggi il piano vaccinale antinfluenzale nei centri ospedalieri siciliani

Fonte foto: salute.pourfemme.it
Fonte foto: salute.pourfemme.it
4 nov 2015 - 10:12

SICILIA - Avrà inizio oggi in Sicilia il piano vaccinale antinfluenzale dopo che, solo nello scorso anno, sono stati 78 i decessi a causa dell’influenza.

“Ma, si stima, che i morti per complicanze influenzali, siano molti di più, considerato che non pochi di questi decessi vengono classificati come ”collasso cardiocircolatorio” e visto che, nel Paese, le morti per complicanze cardiovascolari causate dall’influenza, secondo dati dell’Agenzia italiana per il farmaco (Aifa), e dell’Istituto superiore di sanità (ISS) sono state circa 8.000″, spiegano dal Dipartimento Salute della Regione.

E potevano essere anche di più se non esistessero le campagne di vaccinazione, spiegano ancora dall‘Iss“l’obiettivo delle campagne di profilassi vaccinale non sono attuate per prevenire l’influenza nella popolazione generale, ma per ridurre il rischio di complicanze e decessi, più frequenti in alcune categorie come quella degli anziani”.

Lo scorso anno, in Sicilia, la profilassi vaccinale antiinfluenzale è scesa negli anziani di quasi 100 mila soggetti con il risultato di un picco di ospedalizzazioni non indifferente. ”Lo scorso anno col calo di quasi il 10% delle vaccinazioni negli anziani si è avuto un raddoppio, rispetto agli anni precedenti, dei ricoveri ospedalieri legati a patologie correlate all’influenza e diversi casi mortali, che hanno superato il numero di 18.000”, osserva il Ignazio Tozzo, dirigente generale del Dipartimento Attività Sanitarie e Osservatorio Epidemiologico dell’Assessorato regionale della Salute.

Sono state, inoltre, prese d’assalto le strutture pediatriche ospedaliere per i scarsi risultati della profilassi vaccinale antinfluenzale effettuate nei piccoli di età 6-23 mesi. Infatti nel 2015 solo lo 0,1% è stato vaccinato contro lo 0,5% del 2014.

Proprio per riparare a questi cali, quest’anno, l’assessorato alla salute sta attuando un piano di grande rilevanza e rigorosità affinché il vaccino possa essere dispensato gratuitamente agli aventi diritto negli specifici centri vaccinali distribuiti nel territorio regionale. Questa iniziativa partirà oggi e durerà fino al 31 Gennaio.

Commenti

commenti

Carlo Marino



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento