Cutgana

Siracusa, studenti di Catania a “lezione” nelle riserve naturali

Siracusa Universitari etnei
6 feb 2016 - 18:55

SIRACUSA - Un’occasione più unica che rara quella che hanno avuto gli studenti di Geologia fisica del corso di laurea triennale in Scienze geologiche dell’Università di Catania, che grazie al centro di ricerca Cutgana dell’Ateneo catanese hanno avuto l’opportunità di effettuare una visita guidata nelle riserve naturali integrali “Grotta Monello” di Siracusa e “Grotta Palombara” di Melilli.

Una vera e propria “lezione” sul campo per poter ammirare ed studiare da vicino le strutture di concrezionamento e la morfologia delle grotte carsiche.

Gli studenti, accompagnati dalla docente Rosanna Maniscalco e da Giuseppe Tortorici, sono stati guidati dal direttore dell’area protetta, Salvatore Costanzo, all’interno della Grotta Monello e hanno potuto così visitare il sistema ipogeo caratterizzato dalla presenza di spettacolari speleotemi e l’area epigea, percorrendo un sentiero lungo il Vallone Moscasanti, che rappresenta anche un esempio di canyon carsico.

Siracusa Universitari

La Grotta Monello, disposta su più livelli, ha uno sviluppo complessivo di circa 540 metri ed è di particolare importanza per le sue strutture di concrezionamento (stalattiti, stalagmiti, colonne, vele) e per la fauna ipogea tra cui spicca il crostaceo isopode Armadillidium lagrecai Vandel, la cui presenza è stata fra i principali motivi di istituzione dell’area protetta.

Nella riserva naturale Grotta Palombara gli studenti, guidati dal direttore Fabio Branca e dal personale del Cutgana, Giovanni Sturiale e Sergio Aleo, hanno potuto visitare l’area epigea dominata dalla presenza di morfologie carsiche (doline, karren e vaschette di corrosione) e caratterizzata da formazioni a macchia mediterranea e a gariga.

Piccoli momenti che permettono, però, di riuscire a concretizzare e dare forma a tutte quelle definizioni, quei nomi, che vengono appresi a lezione, potendo quindi applicare, potendo “toccare con mano”, tutto quello che viene studiato tra le quattro mura delle classi. 

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA