Medicina

A Siracusa corso su nuove metodologie nel trattamento delle valvole cardiache

Tamburino
14 apr 2016 - 19:15

SIRACUSA - Dopo il riscontro positivo nella città di Caltanissetta, si ripete l’appuntamento con i corsi dedicati alle nuove metodologie di trattamento percutaneo delle valvole cardiache con il professore Corrado Tamburino e la sua equipe.

L’incontro è previsto per martedì 19 aprile alle ore 15 all’Aretusa Park Hotel di Siracusa

Jolly-Aretusa-Palace-photos-Exterior-Hotel-information

A tenere il secondo degli otto corsi, previsti in tutta la Sicilia, sarà il direttore dell’Unità U.O.C. Cardiologia con UTIC P.O. Ferrarotto di Catania insieme al suo staff.

I corsi sono di fondamentale importanza sia per gli specialisti di cardiologia sia per i medici di base. 

Come per Caltanissetta, si partirà dall’informazione: il paziente, infatti, deve conoscere quali sono le nuove possibilità di cura di patologie che, fino a qualche tempo fa, non potevano essere affrontate con un intervento, soprattutto sui soggetti anziani. 

Adesso si parla di trattamento percutaneo che ha rivoluzionato il modo di intendere e di intervenire in cardiologia. 

L’obiettivo dei corsi, dunque, è proprio quello di diffondere, in tutta la Sicilia, il nuovo metodo di trattamento. 

Inoltre, durante l’appuntamento, si proverà a capire, con casi reali, in quali situazioni si può intervenire con il trattamento percutaneo e in quali, invece, no.

A dibattere sul trattamento saranno il professore Tamburino e il suo staff di lavoro: dottor Marco Barbanti, dott.ssa Maria Elena Di Salvo, dott. Carmelo Grasso, dott. Sebastiano Immè, dott.ssa Martina Patanè, dott. Carmelo Sgroi e la dott.ssa Claudia Tamburino. 

Infine, sono anche state confermate le tre macro-aree di interesse che saranno trattate durante il dibattito: la prima sarà dedicata al Tavi (l’impianto valvolare aortico transcatetere); la seconda sul trattamento percutaneo dell’insufficienza mitralica e, infine, la terza macro-area sarà dedicata all’auricola.

Rossana Nicolosi



© RIPRODUZIONE RISERVATA