Medicina

A proposito del “fertility day”…

eta-fertilita-fgp
3 nov 2016 - 06:36

Domenico Grimaldi

L’età, a prescindere da ogni altra considerazione, rappresenta un fattore che può diventare critico sulla fertilità di una coppia. L’influenza negativa dell’incedere degli anni consente di poter affermare che il tempo ha un importante ruolo ai fini della realizzazione di un progetto di coppia, tanto che si può dire che la procreazione è in realtà tempo limitata. Siamo di sicuro consapevoli tuttavia che vi è stato uno spostamento in avanti dell’età del primo concepimento per cause legate sia a fattori sociali che culturali. Il ruolo della donna nella società è cambiato con età della prima gravidanza spostata in avanti. Questa semplice osservazione permette di far rilevare come si sia determinata conseguentemente una diminuzione della fertilità a causa della diminuzione qualitativa e quantitativa degli ovociti, senza considerare l’impatto negativo di tanti altri fattori negativi derivanti da cattive abitudini di vita come effetto di fumo, alcool, alimentazione non corretta, inquinamento ambientale ed alimentare.

Non parliamo delle condizioni morbose che con l’aumentare degli anni interferiscono con la funzione gonadica. Anche nell’uomo, naturalmente, l’avanzare degli anni causa una diminuzione della fertilità, anche se più graduale, con effetto negativo sulla qualità dello spermatozoo, oltre che sul volume dell’eiaculato, determinato dalla frammentazione del dna causata da sostanze ossidanti, con più frequente aborto precoce nella donna.

Sia nella donna, quindi, che nell’uomo si ha un declino della fertilità con l’avanzare degli anni per cui in ogni caso si determina una diminuzione della capacità procreativa. Agire per rendere consapevole la coppia della importanza di anticipare il concepimento significa dare un fattivo contributo al progetto della coppia con i migliori risultati possibili.

L’età rappresenta un fattore importante, spesso determinante, sulle probabilità di successo in considerazione dell’impatto significativo sulla fertilità. Possiamo affermare che rappresenta la chiave della riproduzione per cui posporre l’epoca della gravidanza, con l’avanzare degli anni, diminuisce la possibilità di avere i risultati aspettati. 

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA