Congresso

A Palermo chirurghi da tutta Italia

unnamed (2)
22 set 2015 - 16:34

PALERMO - Un doppio congresso per fare il punto sui progressi scientifici raggiunti dalla chirurgia negli ultimi anni. Dal 24 al 26 settembre, a Palermo, nelle sale di Villa Malfitano, si terranno, congiuntamente, il tredicesimo congresso nazionale della Sicu (Società italiana chirurghi universitari) e il ventiseiesimo congresso nazionale della Sifipac (Società italiana fisiopatologia chirurgica). Presidenti del convegno sono chirurghi d’eccellenza in Sicilia: Gaspare Gulotta, direttore del Dipartimento di chirurgia generale, d’urgenza e dei trapianti d’organo del Policlinico “P. Giaccone” di Palermo, e il suo “maestro” Antonino Rodolico, professore emerito di chirurgia.

Nell’arco dei tre giorni di lavoro, relatori provenienti dalle più importanti università italiane, si confronteranno sulla pratica clinica quotidiana della chirurgia, con un’attenzione particolare all’aspetto fisiopatologico delle patologie chirurgiche. Simposi saranno dedicati, inoltre, alla chirurgia colo-rettale, a quella della parete addominale, alla patologia biliare ed alle potenzialità della pressione negativa nella pratica chirurgica. Prevista anche una tavola rotonda per approfondire lo stato della ricerca scientifica: dalla formazione nelle scuole di specializzazione, al ruolo dell’industria farmaceutica. Nel corso dell’evento scientifico, inoltre, si parlerà del dramma dell’immigrazione e del delicato ruolo dei medici, argomento a cui sarà dedicata la tavola rotonda “Triton o Mare Nostrum: la medicina a mare”. Previsti gli interventi dell’assessore alla Salute della Regione siciliana, Baldo Gucciardi e del rettore dell’Università di Palermo, Roberto Lagalla, con la partecipazione dei vertici delle forze dell’ordine, protezione civile, guardia di finanza, esercito, vigili del fuoco e Croce rossa italiana.

L’incontro, previsto il 26 settembre alle 10,30, conferma l’attuale emergenza umanitaria vissuta non soltanto nelle fasi delle operazioni di salvataggio, ma anche in quelle di accoglienza e cura, in relazione alle possibili malattie che si accompagnano ai flussi migratori. “L’incontroafferma Gaspare Gulottapresuppone non soltanto lo scambio di vedute e d’indirizzi tra i vari docenti, ma una palestra di apprendimento per i giovani, soprattutto per gli specializzandi, che da questi incontri traggono elementi di aggiornamento e spunti per la ricerca clinica. Questo congresso si prefigge, inoltre, di venire incontro alle richieste di cultura ed aggiornamento scientifico che provengono dai giovani chirurghi la cui presenza si prevede assai numerosa ed interessata”.

L’evento si svolgerà con il patrocinio della Regione siciliana, del Comune di Palermo, dell’Università degli Studi di Palermo – Facoltà di Medicina e Chirurgia, del Policlinico “P. Giaccone” di Palermo e della Croce rossa italiana.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento