Sanità

Mini peacemaker impiantanto a Ragusa per la prima volta al mondo

mini-peace-maker
11 nov 2016 - 09:52

RAGUSA - Sembra l’involucro di una piccola, mentre invece è la mini versione di un peacemaker ed è stato impiantato per la prima volta in Sicilia.

Si tratta di uno di quei casi in cui la sanità siciliana viene riconosciuta per il suo primato.

In sostanza parliamo di un dispositivo che pesa appena due grammi. Non necessita di fili, o di operazioni chirurgiche che comportano incisioni nel torace o tasche sottocutanee.

Elemento di grande novità è che il paziente è in grado si tornare subito al lavoro dopo la degenza senza alcuna limitazione dell’attività fisica, senza cicatrici o “gonfiori” sotto la pelle del torace.

Una vera e propria chicca dell’innovazione in campo medico che è stato impiantato in due pazienti: un uomo di 78 anni e una donna di 72.

Entrambe le persone anziane avevano già subito un intervento di cardiochirurgia ed erano ad elevato rischio per un impianto del peacemaker tradizionale per deformità toracica e condizioni cliniche generali.

Questa novità ha permesso ai pazienti di ottenere cure specifiche per la loro difficile condizione. 

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA