Nutrizione

Il miele… alcune curiosità su un prezioso alimento

ape raccoglie miele
25 lug 2015 - 18:51

Il miele, un alimento prodotto, grazie al nettare di alcune varietà di fiori, dalle api venne utilizzato già in tempi antichissimi in cucina per dolcificare bevande e cibi di ogni genere.

I fiori utilizzati permettono la variazione della composizione e del gusto del miele. Esso è costituito principalmente da “zuccheri” (circa il 70%) quali glucosio, fruttosio, saccarosio, e acqua.

ape su un fiore

Le principali categorie di elementi sono:

- Vitamina A, C, K, E e del complesso B;

- Microelementi come ferro, rame, iodio, manganese, cromo e silicio;

- Enzimi;

- Sostanze antibiotiche come la germicidina;

- Sostanze battericide come l’acido formico; queste ultime permettono al miele di essere conservato per lunghi periodi anche in diverse condizioni climatiche, ma possibili alterazioni possono essere dovute a calore eccessivo, luce e umidità.

Esercita effetti benefici su:

- apparato respiratorio: azione decongestionante;

- apparato muscolare;

- sistema cardiaco: azione cardiotropa;

- fegato: azione disintossicante;

- reni: azione diuretica;

- sangue: contro l’anemia;

- ossa: fissazione di calcio e magnesio.

Curiosità interessante è lo stato di cristallizzazione. Tipi di miele con elevato contenuto di glucosio (edera o tarassaco) cristallizzano più velocemente, mentre quelli con alto contenuto di fruttosio (come castagno, timo o acacia) cristallizzano più lentamente, spesso dopo un anno dalla smielatura.

miele

Va utilizzato come dolcificante ed è preferibile assumerlo come sostituto del comune zucchero da cucina. Particolarmente indicato prima dell’attività sportiva in quanto dà un importante apporto energetico senza componenti chimiche aggiuntive.

Anna Roccaro

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento