Innovazione

Metodo di coltura che rispetta l’ambiente, arriva l’acquaponica

aquaponics
1 mag 2017 - 18:51

CATANIA - È poco conosciuto qui in Italia, ma è uno dei nuovi metodi di coltivazione eco sostenibile, che non prevede sprechi; si tratta dell’acquaponica un sistema di coltivazione alternativo che vede l’unione di agricoltura mista ad allevamento del tutto sostenibile basata sulla combinazione di acquacoltura e coltivazione idroponica, con questo metodo si ottiene un ambiente del tutto simbiotico.

L’acqua delle vasche per acquacoltura viene pompata in quelle idroponiche, in modo tale che le piante che vi si trovano possano filtrarla sottraendo diverse sostanze di scarto dei pesci, traendone contemporaneamente nutrimento. L’acqua così filtrata potrà quindi essere reimmessa nelle vasche per acquacoltura e riprendere il suo ciclo.

I sistemi di acquaponica possono essere di varie dimensioni: da piccoli impianti per usi domestici a grandi impianti di dimensioni industriali.

L’impianto di acquaponica è abbastanza semplice da realizzare: è costituito dalla vasca di allevamento dei pesci, pompe per il ricircolo dell’acqua, sistemi di filtraggio, ambienti di coltivazione fuori suolo.

Questi ultimi possono essere vasche riempite con substrati minerali (es. LECA, perlite, pomice, polistirolo, lana di roccia) o organici, vasche su cui sono posizionati elementi flottanti per il sostegno delle colture che sviluppano le radici direttamente in acqua, o circuiti in cui viene fatta circolare l’acqua (sistema Nutrient Film Technique, NTF) sui quali si inseriscono piccoli contenitori per la coltivazione delle piante. Possono essere allevati pesci d’acqua dolce per consumo alimentare come il persico, il gambero di acqua dolce, ma anche con valore ornamentale, come la carpa koi, o con finalità di ripopolamento faunistico. Moltissimi sono gli ortaggi coltivabili in idroponica, dalle verdure a foglia ai pomodori alle zucchine, da alternarsi nel corso dell’anno per disporre sempre di cibi freschi secondo i ritmi delle stagioni.

Fonte: Curioctopus.it

Commenti

commenti

Cinzia Bonomo



© RIPRODUZIONE RISERVATA