Sanità

Faps si rilancia per l’anno nuovo, con un cambiamento al vertice

associazione-faps
19 dic 2016 - 17:51

PALERMO - Proseguire nella ricerca per le cure palliative, rilanciando la struttura ambulatoriale e la formazione, sono i propositi per l’anno nuovo dell’associazione Faps (“Friends against pain and suffering”), che offre assistenza ai pazienti con la “terapia del dolore”. La Faps trova sede all’interno del Dipartimento oncologico di terzo livello, “La Maddalena” di Palermo.

Novità per l’associazione è il cambiamento al vertice: all’oncologo Umberto Veronesi, presidente onorario dell’associazione Faps, scomparso il mese scorso, succede Eduardo Bruera, uno dei maggiori esperti di cure palliative; mentre presidente dell’associazione sarà Alessia Milella, direttore scientifico Sebastiano Mercadante.

Abbiamo deciso di rilanciare l’associazione – spiega Mercadante – professionalizzando ulteriormente la nostra attività, fondata sull’assistenza, ma soprattutto sulla formazione e sulla ricerca. Abbiamo all’attivo oltre 350 pubblicazioni sulle riviste più importanti del mondo e numerosi premi internazionali, soprattutto negli Stati Uniti”.

Noi ci occupiamo – aggiunge Claudio Adile, medico del reparto oncologico de ‘La Maddalena’ e membro della Faps – di quelle che oggi si chiamano cure simultanee, ovvero integrate precocemente al percorso dei pazienti oncologici. Il nostro fine è quello di garantire lungo tutto il percorso di vita dei pazienti un’assistenza che possa essere fatta non solo da parole di conforto, ma da fatti”. 

“Quello che mi ha spinto ad accettare questo incarico – dichiara, infine, la neopresidente Milella – è la volontà di contribuire allo sviluppo di una realtà dove i valori morali e solidaristici ai quali s’ispira sorreggono il quotidiano impegno profuso nella clinica, nella formazione e nella ricerca”.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA