Medicina

Extrasistolia, è sempre un problema di cuore?

download
22 mar 2016 - 06:40

Corrado-Tamburino

L’ extrasistole è l’aritmia cardiaca più frequente. Il termine da un punto di vista letterale sembra indicare un battito aggiuntivo (extra), in realtà si tratta di una contrazione cardiaca prematura che determina un’alterazione della successione regolare dei battiti cardiaci. Possono essere asintomatiche o essere avvertite come palpitazioni, colpo al petto o sensazione di temporaneo arresto del cuore. Le extrasistoli si possono presentare sia in soggetti sani che in soggetti affetti da patologie cardiache e non cardiache. Fra le cause più comuni si possono citare fattori che determinano un aumento del tono simpatico quali stress, ansia e tensione nervosa, stati febbrili, abuso di alcol, caffeina o tabacco, farmaci. Condizioni patologiche non cardiache che possono determinare l’insorgenza di extrasistoli sono l’ipertiroidismo, alterazioni elettrolitiche (es. carenza di potassio) e patologie gastriche (es. ernia iatale). In questi casi, se non sono presenti altri segni o sintomi che inducano a pensare ad un coinvolgimento cardiaco, la presenza di extrasistoli non deve destare particolari preoccupazioni.

Solitamente queste aritmie sono benigne e non necessitano di alcun trattamento. Nei casi in cui le extrasistoli siano la manifestazione di un’alterata funzionalità del sistema nervoso autonomo è necessario cercare di condurre una vita regolare, evitando cause di tensione, stress emotivi, abuso di fumo e di caffè. Se le extrasistoli sono molto frequenti, si ripetono con ricorrenza o si manifestano in soggetti con cardiopatia nota possono essere manifestazione di una patologia cardiaca aritmogena potenzialmente minacciosa, per cui è necessario recarsi dal medico. Un’attenta analisi dell’elettrocardiogramma e una corretta valutazione clinico-strumentale sono fondamentali per identificare i soggetti che necessitano di intervento terapeutico.

Con la collaborazione della dott.ssa Giordana Finocchiaro

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA