Medicina

Enna, nuove terapie per l’aritmia: domani il congresso Aiac Sicilia

image1-1
28 ott 2016 - 18:20

ENNA - Le nuove terapie per la cura dell’aritmia, tra sperimentazioni e giovani “promesse” siciliane. Di questo e altro si discuterà al congresso regionale 2016 dell’Aiac, (Associazione italiana aritmia e cardiostimolazione), che si svolgerà domani 29 ottobre al Grand Hotel Federico II di Enna.

Nel corso delle quattro sessioni dei lavori, diversi cardiologi provenienti da tutta la Sicilia si confronteranno sulle nuove terapie per la cura dell’aritmia con approfondimenti sulle controversie terapeutiche e sulle innovazioni tecnologiche nel monitoraggio dello scompenso cardiaco.

Una sessione dal titolo “Giovani per Aiac” sarà, inoltre, dedicata alla formazione. Si tratta di un dibattito a tema libero su argomenti di ricerca aritmologica che vede come protagonisti alcuni giovani medici provenienti dalle scuole di specializzazione in cardiologia della Sicilia. Le migliori relazioni saranno poi premiate nel corso del congresso.

Responsabile scientifico dell’evento è Giovanni Licciardello, primario dell’Uoc di cardiologia e Utic dell’ospedale “Muscatello” di Augusta, nel Siracusano, nonché presidente dell’Aiac Sicilia: “L’annuale congresso regionale Aiac vuole essere un momento d’incontro per tutti i colleghi cardiologi-aritmologi della Sicilia proprio per condividere insieme, attraverso lo strumento del dibattito, quelli che sono i dubbi o le zone d’ombra degli argomenti più controversi. Ampio spazio è stato deciso quindi di dedicare alle discussioni, proprio per consentire di sviscerare questioni ad oggi molto dibattute, tentando di fare chiarezza. Quanto più saremo attenti, razionali ed efficaci nella nostra attività – conclude il cardiologo – tanto più potremo in futuro allargare gli orizzonti terapeutici per i nostri pazienti”.

image1

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA