Il medico risponde

Diarrea e vomito dopo cena al ristorante

restaurant-646678_960_720
16 ott 2016 - 06:09

Se hai un quesito medico, invia la tua domanda a ilmedicorisponde@newsicilia.it e torna a visitare il nostro giornale Domenica mattina!

unnamed-1

La scorsa settimana sono andato al ristorante con mia moglie ma tornati a casa lei ha avuto diarrea e vomito per un paio di giorni. Desidero sapere come trattare questo tipo di episodi in maniera corretta (c.m.)

Purtroppo quella da lei segnalata è una evenienza abbastanza frequente che potremmo definire in vari modi ma che qui per semplicità possiamo etichettare come intossicazione da cibo. Il cibo infatti può essere contaminato da batteri o virus e provocare appunto una tossinfezione alimentare. Come fare a reagire nel più breve tempo possibile? A causa della frequente perdita di liquidi per il vomito e/o la diarrea la prima misura è quella di reintegrarli: bisogna quindi bere molto, preferibilmente acqua, a temperatura ambiente, non gassata, a piccoli sorsi e lentamente. Gli antiacidi vanno assunti solo se l’acidità è notevole e sempre comunque in maniera moderata perché, neutralizzando la naturale acidità del nostro stomaco, ne abbassa anche le capacità antibatteriche. Se il vomito è profuso vanno assunti degli anti-emetici come la metoclopramide o il domperidone. Se invece è la diarrea a tormentarci con numerose scariche saranno necessari dei farmaci come la loperamide. Se sono presenti crampi addominali saranno utili degli antispastici. Il primo pasto dopo l’insorgenza della sintomatologia dovrà essere il più leggero possibile, possibilmente non prima delle dodici ore: fette biscottate, riso in bianco, patate lesse, mele e tutto in modica quantità; vanno evitati carni, latte e latticini, salumi, alcolici. In ogni caso se la sintomatologia dovesse persistere oltre i due giorni o associarsi a febbre sarà necessario sentire il parere di un medico.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA